PD, Andrea Valenti confermato segretario provinciale senese

Il segretario uscente ha ottenuto una percentuale intorno al 75%, affermandosi in 28 delle 33 unioni comunali al voto. Battuto lo sfidante Filippo Lambardi

Di Redazione | 14 Dicembre 2021 alle 13:12

PD, Andrea Valenti confermato segretario provinciale senese

Ieri si sono conclusi i congressi del Pd Siena.I risultati devono ancora essere certificati dalla commissione, ma manca solo l’ufficialità per attestare che, per i prossimi quattro anni, Andrea Valenti sarà ancora jl segretario del Partito Democratico in provincia di Siena. Battuto lo sfidante Filippo Lambardi.

“Abbiamo ottenuto una percentuale intorno al 75%, affermandoci in 28 delle 33 unioni comunali al voto, compreso il Capoluogo – ha commentato il riconfermato segreterio – avrei tante, tantissime persone da ringraziare. in primis le iscritte e gli iscritti, che hanno voluto rinnovarmi la fiducia. Grazie davvero, tutto questo mi riempie di orgoglio e responsabilità. Farò come al solito del mio meglio, con i miei limiti e i miei pregi, ma come dico sempre, so già che quello che riceverò da voi tutte e tutti sarà molto più di quello che riuscirò a dare”.

Ancora Valenti: “Ringrazio Pippo Lambardi per il congresso che abbiamo fatto insieme, che è sempre stato corretto sia nei toni che nei modi. Ha portato temi e proposte, ed è questo che si fa nei congressi. Grazie a tutte e tutti quelli che hanno presentato la mia mozione, ovunque, da una parte dimostrando un vero lavoro collettivo dietro la mia candidatura, dall’ altro dandomi un po’ di tempo in più per fare il babbo di un bimbo assai piccolo o evitando che mi scapicollassi a notte fonda per strade montane ghiacciate. Il vostro affetto e il vostro impegno non hanno prezzo.Con tutte e tutti voi ho più debiti che crediti, e non basterebbero dieci vite per ripagarli.Non vi nomino per la paura di saltare qualcuna o qualcuno. Sapete chi siete e il bene che vi voglio Grazie a chi, magari da posizioni di partenza più distanti, si è fin da subito sentito coinvolto in questo percorso e ci ha creduto. Il pezzo di strada fatto insieme non finisce qui”.

“Ma, come sempre, il grazie più grande va alla nostra comunità. La meta di loro, spesso affrontando condizioni meteo terribili in una situazione di pandemia (sebbene i nostri congressi si siano svolti con scrupolo maniacale) è andata a votare, me o Filippo non conta, celebrando la nostra democrazia. Alla fine, vincono loro”.

“Veniamo da una campagna elettorale lunga e faticosa , che ci ha dato enormi soddisfazioni. Poi questo congresso che ci ha visto tutte e tutti impegnati. Ora, mentre la Commissione svolge il suo lavoro, possiamo prenderci qualche giorno per riposare e stare con i nostri affetti nel periodo delle Festività. Poi si riparte, come e meglio di prima” conclude.



Articoli correlati