Poggibonsi, a Settembre cinque classi della Leonardo da Vinci si spostano alla Pieraccini

Soluzione trovata per la scuola media dove il cantiere e le norme anticontagio hanno reso necessario individuare nuovi spazi

Interventi in corso e in programma nelle scuole per adeguare gli spazi alle nuove necessità in vista della riapertura di settembre. In particolare l’amministrazione sta già lavorando alla sistemazione di alcuni spazi della scuola Pieraccini che ospiteranno cinque classi della scuola media Leonardo Da Vinci.

“L’anno scolastico ripartirà per tutti e questa è una notizia positiva che fino a non molto tempo fa sembrava impossibile – dice l’assessore alle politiche educative Susanna Salvadori – Nelle settimane scorse abbiamo fatto verifiche e ricognizioni nei plessi. Sulla Leonardo da Vinci, come emerso già nel mese di maggio, la presenza del cantiere unita alle norme anticontagio ha determinato la necessità di trovare altri spazi. In sostanza solo due classi avevano bisogno di spostarsi, ma per congruità didattica e di orario la scuola ha deciso di spostare tutte le terze. Ringrazio la scuola per il grande lavoro fatto che ha portato a costruire una soluzione utilizzando gli spazi disponibili alla scuola elementare Pieraccini”.

Questa scelta è stata oggetto di un apposito incontro che si è svolto a palazzo comunale con l’amministrazione e con la scuola, presente la professoressa Rovena Mazza, vice delle Leonardo, l’insegnante Laura Conti, vicaria alle Pieraccini, i rappresentanti del Consiglio d’Istituto e delle classi interessate. Come detto, ad essere trasferite sono le cinque classi terze, le più numerose, che saranno ricollocate alla Pieraccini nelle aule nuove finora dedicate alle mensa, un servizio che comunque tenuto conto delle norme anticontagio dovrà essere completamente rimodulato.

La scuola ha richiesto una serie di interventi di adeguamento all’amministrazione utili a delimitare anche gli spazi antistanti alle aule e a consentire un accesso diretto al portone d’ingresso da cui gli studenti entreranno. “Una soluzione – dice Salvadori – in grado di superare un problema e di rispondere nella maniera migliore a criteri organizzativi e gestionali di cui tener conto. Una buona soluzione per il benessere dei ragazzi e per la serenità di tutti”.

Alla Leonardo da Vinci nell’ala più datata della scuola è in fase di esecuzione l’intervento di adeguamento che si era fermato a fine anno per la necessità di una variante progettuale. Con i lavori in fase di ripartenza è sopraggiunto lo stop legato al Covid. “L’intervento è ripreso, i lavori vanno avanti, ma non si completeranno per settembre – dice Salvadori – Quando il cantiere sarà terminato procederemo con il ripristino della normale attività. Fino ad allora dobbiamo impostare e preparare un lavoro minuzioso di pianificazione che riguarda tutti e 17 i plessi in cui a settembre riprenderà l’attività. Stiamo ragionando su come gestire le entrate e le uscite scaglionate anche attraverso la collaborazione delle associazioni di volontariato e dei genitori. Altri temi sono costantemente all’ordine del giorno come i servizi di mensa e di trasporto. In tutto questo serve continuare ad essere responsabili e consapevoli che viviamo ancora in un contesto di emergenza che ha lasciato molti strascichi e che determinerà anche modifiche importanti da far entrare nelle nostre vite e nelle nostre abitudini. L’obiettivo prioritario è quello di tornare a scuola in sicurezza e a questo stiamo lavorando”.