Poggibonsi: Festival Internazionale delle Ombre, domani la chiusura al Cassero

Gran finale con “Caravaggio, di chiaro e di scuro”, domani alle 21.45

Di Redazione | 13 Giugno 2024 alle 22:00

Poggibonsi: Festival Internazionale delle Ombre, domani la chiusura al Cassero

Si conclude venerdì 14 giugno, alle 21.45, al Cassero della Fortezza di Poggibonsi la XXVIII edizione del Festival Internazionale delle Ombre per la direzione artistica di Marcella Fragapane nell’ambito del Festival Piazze d’Armi e di città – Discipline(s).  Compagnia Inti di Luigi d’Elia – Le tre corde – Compagnia Vetrano/Randisi -Teatri di Bari presentano Caravaggio – di chiaro e di oscuro di Francesco Niccolini, con Luigi D’Elia, regia di Enzo Vetrano e Stefano Randisi, disegno luci Francesco Dignitoso.

“Caravaggio conclude il nostro itinerario che ha preso il titolo da questo spettacolo, di chiaro e di scuro, una metafora della vita e di tutto ciò che vuole portare in scena il festival, di ombra e di luce.” Commenta la direttrice artistica del Festival delle ombre Marcella Fragapane – “Uno spettacolo dedicato al tormento di Caravaggio, di buio e di luce, così è stata la sua vita come i suoi quadri.”

Lo spettacolo. Francesco Niccolini e Luigi D’Elia, attratti dal lato oscuro della mente umana, raccontano in questo spettacolo uno dei personaggi più rappresentativi del Seicento, sprofondando nella pittura più sublime e abissale, quella di Caravaggio, che incarna la complessità dei comportamenti umani, che fa convivere violenza e fragilità attraverso il colore e il buio, il chiaro e lo scuro. Ci raccontano la fame e la povertà del giovane pittore, il successo fulmineo e scapestrato, i litigi, le risse: tentati omicidi, agguati in strada, ferite, denunce e un omicidio. Fughe precipitose e ritorni. Arresti, scarcerazioni, amanti, pene comminate, sentenze di morte e una grazia arrivata troppo tardi. Nelle sue tele ci sono i corpi: nudi, vestiti, semi nudi e poco vestiti, vesti antiche, abiti contemporanei, corpi provocatori e sensuali. Ma soprattutto c’è la sua mano, che con la stessa facilità impugna il pennello e la spada con la medesima violenza, una mano scandalosa, impudica e irrispettosa. Dipinge calcagni neri, unghie sporche, sangue a fiotti, orrore, notte, pochissima luce e tanta strepitosa, meraviglia selvaggia. Nello spettacolo i dipinti di Caravaggio che vengono evocati sono narrati nel loro percorso creativo, come se fossero realizzati davanti allo spettatore.

 

Biglietti: Intero 18 euro, ridotto 15 euro (Soci Coop), ridotto 10 euro (studenti) Prevendite: Teatro Politeama in orario cinema, al Cassero la sera prima dello spettacolo e online su www.politeama.info 

Info  www.politeama.info, Associazione Stacciaburatta 3335913530 – Associazione Amici di Staggia 0577 930363 www.festivalombre.it – info@festivalombre.it 

Il Festival Piazze d’Armi e di Città proseguirà poi domenica 16 giugno con il concerto Trovesi Trio, alle 21.30 al Cassero di Poggibonsi per la sezione Jazz Cocktail estate in collaborazione con Music Pool.

Per informazioni sul festival è possibile consultare il sito www.politeama.info o recarsi alle casse del Teatro Politeama, Piazza Rosselli 6, Poggibonsi, in orario di apertura casse cinema (0577983067 int 2). Attiva la promozione Cassero Carnet, acquistabile alle casse del Politeama in orario cinema, la speciale formula che permette di acquistare più biglietti per gli spettacoli al Cassero a prezzi promozionali.

Piazze d’Armi e di Città, promosso dal Comune di Poggibonsi e dalla Fondazione Elsa) con il patrocinio della Regione Toscana e della Provincia di Siena e con il contributo del Ministero della Cultura nell’ambito del più ampio cartellone multidisciplinare Discipline(s), è realizzato con le associazioni Staccia Buratta, Amici di Staggia, Music Pool, Associazione culturale Timbre, Compagnia ADARTE, e in collaborazione con Parco Archeologico della Fortezza, centro Commerciale naturale Associazione Via Maestra, Ass. La Scintilla con la sponsorizzazione di Unicoop Firenze e PAN URANIA SPA come main sponsor.



Articoli correlati