Processo ai contradaioli, sentiti due medici delle Scotte e il comandante Rinaldi

È ripreso il procedimento sui fatti del 2015, 31 i contradaioli a giudizio

E’ ripreso oggi al tribunale di Siena il processo sui fronteggiamenti del Palio dell’Assunta 2015 tra le contrade di Onda, Torre, Nicchio e Montone, che vede a giudizio 31 soggetti con l’accusa di rissa aggravata.

Nell’udienza odierna dinanzi al giudice Mosti sono stati chiamati dalle difese a testimoniare due medici che hanno visitato, nei giorni seguenti la Carriera alcuni dei contradaioli rimasti coinvolti nei fronteggiamenti. Uno dei dottori, operativo al Pronto Soccorso de le Scotte, ha confermato un referto da lui firmato, dopo il consulto ortopedico, che riportava di un trauma costale e della frattura di un dito, entrambe causate da caduta accidentale.

Successivamente è stato sentito l’attuale comandante della Polizia Municipale di Siena, Cesare Rinaldi, all’epoca dei fatti vicario del corpo di Municipale. Rinaldi ha raccontato di trovarsi, terminata la Carriera, sul palco dei giudici e dei capitani e di essere sceso nella zona del fronteggiamento tra Nicchio e Montone, che si è poi placato grazie alla formazione di un cuscinetto che ha distanziato le due contrade, grazie all’intervento delle forze dell’ordine con l’aiuto delle dirigenze e dei deputati della festa. Chiamati a testimoniare anche due degli imputati, che si sono avvalsi della facoltà di non rispondere.

C.C

 

Estra
Electronic Flare
Centro Farc
Terre Cablate
Siena Bureau
Europa Due