Professore dell’Università di Siena insulta Giorgia Meloni. FdI: “Licenziatelo”

Il docente ha presentato le sue scuse con una nota resa pubblica

Il primo Tweet è del coordinatore di Fratelli d’Italia Guido Crosetto: “Giovanni Gozzini, professore ordinario presso il Dipartimento di Scienze sociali, politiche e cognitive dell’Università di Siena, in radio, si è detto incerto se definire Giorgia Meloni ‘scrofa o vacca’. Io invece sono certo di non volere nella scuola italiana professori così”.

Poi è la volta del deputato di Fratelli d’Italia Giovanni Donzelli che affida il suo commento ad una nota stampa: “’Vacca e scrofa. Siamo increduli che nel 2021 ci si possa esprimere ancora così pubblicamente. Ancora di più che a farlo sia un professore, Giovanni Gozzini, che intervenendo all’emittente Controradio ha insultato e denigrato pesantemente la leader di Fratelli d’Italia Giorgia Meloni. Come al solito gli intellettuali di sinistra predicano bene e razzolano male, dimostrandosi buoni a cavalcare le battaglie in difesa delle donne solo a corrente alternata. Chiediamo che l’Università di Siena sospenda il professor Gozzini: si tratta di un fatto grave, un personaggio del genere non può insegnare a Scienze politiche”.

E prosegue: “Le parole, secondo quanto appreso, sono state pronunciate nel corso della trasmissione ’Bene bene male male del 19 gennaio dell’emittente fiorentina e condotta dal direttore Raffaele Palumbo – sottolinea Donzelli – Ancora una volta Giorgia Meloni viene pesantemente insultata per le sue idee e insultata sul piano personale. E ancora una volta in Toscana si usano i media per seminare odio. Chiediamo che l’emittente – conclude Donzelli – si scusi con la diretta interessata e che al professor Gozzini, come a tutti gli interlocutori, venga impedito di intervenire ancora in radio insultando gratuitamente chicchessia”.

Anche il deputato Di FdI Galeazzo Bignami commenta: “Confidiamo che l’Università di Siena risolva immediatamente qualsiasi rapporto con Giovanni Gozzini, professore ordinario presso il Dipartimento di Scienze Sociali, Politiche e Cognitive dell’Università di Siena a cui neppure va data la dignità delle dimissioni. Auspichiamo che contestualmente l’Ateneo avvii una azione finalizzata al risarcimento del danno causato all’immagine dell’Ateneo per le gravissime affermazioni di questo presunto professore e che la Procura della Repubblica avvii una indagine per accertare il carattere diffamatorio di queste ignobili affermazioni che costituiscono una evidente diffamazione ai danni di Giorgia Meloni verso cui auspichiamo tutto il mondo politico voglia attestare la massima solidarietà”.

Si è scusato prontamente il docente che ha diffuso una nota: “Per il fatto di aver usato delle parole sbagliate durante la trasmissione sono a porgere le mie scuse a tutti quanti, a Giorgia Meloni per prima e a tutte le persone che si sono sentite offese. Mi scuso per il linguaggio usato durante la trasmissione. Non è mio costume, né come ospite storico della trasmissione di Controradio né in altra sede promuovere un linguaggio che non sia più che rispettoso nei confronti di tutti”.

Per quanto riguarda l’Università di Siena, il rettore Francesco Frati ha immediatamente condannato il comportamento del docente.