QuestIT: ecco “Rita”, l’assistente virtuale che risponde alle domande sul decreto

L'azienda senese risponde al bando "Innova per l'Italia" con tre progetti. Tra questi "Rita", chatbot sviluppato con Exprivia e già utilizzato in oltre 30 comuni

Si chiama “Rita”, in onore di Rita Levi Montalcini, ed è tra i progetti che QuestIT ha presentato al Governo rispondendo al bando “Innova per l’Italia”, tecnologie contro il Coronavirus. L’assistente virtuale, sviluppata con Exprivia, è stata pensata per rispondere alle domande sul decreto “Io resto a casa” ed è disponibile gratuitamente per gli enti pubblici. Ad oggi sono oltre trenta i comuni ad aver aderito (tra questi anche Chianciano) oltre ad Anci Sicilia e Regione Puglia.

Rita è in grado di analizzare le richieste degli utenti e di rispondere in tempo reale, mediante interazione vocale, a ogni domanda su attività consentite e vietate, spostamenti, autocertificazioni e a ogni altra questione trattata nel decreto. Sarà operativa per tutta la durata dell’emergenza e potrà essere aggiornata sulle ordinanze in vigore nei singoli Comuni. E’ attiva 24 ore su 24, 7 giorni su 7 ed è facilmente raggiungibile da computer, tablet, smartphone o qualsiasi dispositivo mobile con connessione a internet.

“Dopo Caterina, con Rita vogliamo offrire un contributo concreto per dare la possibilità ai cittadini di essere più informati e sempre aggiornati in un momento difficile come questo – commenta Ernesto Di Iorio, amministratore delegato di QuestIT -. L’obiettivo è dare un supporto anche agli enti pubblici con tecnologie avanzate che migliorano la qualità dell’informazione e del servizio.”

Errebian
Estra
Electronic Flare
All Clean Sanex
Terre Cablate
Centro Farc
Siena Bureau
Europa Due