Reddito di cittadinanza a Siena: 3600 domande, 1964 per adesso accolte

In lavorazione 1569 domande. Calano le pensioni previdenziali, intercettati oltre 1 milione di sgravi contributivi

La direzione Inps Siena ha delineato la situazione anche per quanto riguarda i redditi di cittadinanza a Siena e provincia. I numeri, provvisori al 30 settembre, dimostrano che a Siena la condizione di povertà è meno diffusa rispetto al resto dell’Italia: sono 1964 le domande accolte, 319 quelle respinte e 1569 le domande in lavorazione. In Toscana quelle accolte sono 36946, il 4,5% in Italia.

Le pensioni – In merito alle pensioni (previdenziali e assistenziali), nel 2018 si è registrato un calo di 1746 pensioni distribuite rispetto al 2017 (110.326) e di 2618 pensioni rispetto al 2015 (111.198). In questo quadro tra le 108.580 pensioni nel 2018, 63.042 sono state erogate alle donne e 45.538 agli uomini. Nel 2019 la stima è di 106.113 pensioni erogate, tra queste il 18% tra 0 e 499,99 euro; il 41% tra i 500 e i 999,99 euro; il 17% tra 1000 e 1999,99 euro; l’11% tra 1500 e 1999,99 euro e il 13% più di 2mila euro mensili.

Gli accertamenti – In materia di accertamenti del corpo ispettivo Inps, nel 2018 le ispezioni concluse senza necessità di accessi nei luoghi di lavoro hanno permesso di intercettare e recuperare oltre 1 milione di euro di sgravi contributivi, forme di decontribuzione indebite e omissioni contributive  e 181.852 euro di prestazioni indebitamente conguagliate.

Electronic Flare
Estra
Centro Farc
Terre Cablate
Siena Bureau
Europa Due