Restauro della cinta muraria di Siena, nei prossimi giorni l’affido dell’appalto

Bando di gara da 1,8 milioni per il restauro e consolidamento della cinta muraria di Siena nel tratto da Porta Romana a Pispini, che versa in condizione di degrado

Vale quasi 1,8 milioni di euro il bando di gara per il restauro e il consolidamento della cinta muraria di Siena, che prevede la realizzazione di opere di restauro architettonico del tratto che va da porta Romana a Pispini, il quale versa ormai in condizioni di inadeguatezza e degrado.

Nei prossimi giorni sarà affidato il lavoro alla ditta aggiudicatrice dell’appalto, dunque nei prossimi mesi si muoverà qualcosa nel tratto pilota del progetto di restauro. Si prevede il recupero e consolidamento della torre “enne”, tra porta Ovile e Pispini, nonchè del tratto sotto la basilica di San Francesco, in cui il paramento murario è assente.

Con molta probabilità si partirà da Porta Romana in direzione Pispini e non viceversa: il fosso della val di Pania presenta problematiche non di poco conto di cui si dovrà tenere conto prima dell’inizio del cantiere. Gli interventi fanno parte di un “pacchetto” più completo denominato “Parco delle Mura”, a tutela di un prezioso patrimonio locale e nazionale.