Ripresa agonistica nel segno dei personal best per l’Uisp Atletica Siena

Tanti risultati positivi per gli atleti senesi, che stanno in queste settimane riprendendo l'attività dopo lo stop per il lockdown

Nelle settimane a cavallo tra luglio e agosto, in un periodo che di consuetudine rappresenta la pausa estiva dell’atletica, hanno preso vita gli appuntamenti che hanno segnato la ripresa agonistica dell’Uisp Atletica Siena. Tra TAC (Test di Allenamento Certificati) e meeting, con ritmi scanditi dai rigidi protocolli anti-Covid, sono arrivati anche i primi risultati di rilievo, segno del lavoro svolto da tecnici e atleti durante l’inverno e recuperato dopo il periodo di lockdown.

A Orvieto nei primi giorni di ripresa agonistica, si sono messe subito in evidenza due atlete allenate da Giulio De Michele, entrambe al personale nei 100m e rispettivamente terza e quarta in finale: Linda Moscatelli, junior al secondo anno di categoria, 12″87 (+0.6m/s) in batteria, 12″75 (+0.9 m/s) in finale e Giada Bernardi, allieva al primo anno di categoria, 12″74 (+1.0 m/s) in batteria, 12″81 (+0.9 m/s) in finale. Le stesse nei meeting a seguire sono tornate a siglare personal best su distanze a loro più congeniali con Moscatelli, che a Livorno sale sul primo gradino del podio nei 400hs con il primato personale di 1’03″43; mentre Bernardi, alla prima uscita outdoor sulla distanza di 200m a Firenze nelle gare di contorno al Meeting Nazionale di prove, si è imposta con il tempo di 26”24.

Positivi risultati di crescita anche dal settore lanci dove Giulia Giardi, nella manifestazione di lanci a inviti a Livorno, ha fatto atterrare il suo disco a 38,49m ritoccando il suo record personale di oltre due metri e chiudendo al quinto posto. Tra i personal best si segnala lo junior Pietro Lenzi con 11’’91 nei 100m.

Tra le conferme della stagione si notano i risultati di Lorenzo Bianchini nell’alto con la misura di 1,86m, le solide prestazioni di Elena Monciatti, sempre nel salto in alto, con 1,66m valicati sia a Castiglione della Pescaia che a Cecina dopo l’1,71m siglato a inizio luglio sulla pedana di casa. Bene anche il velocista Tommaso Bruni, capace di 22’’52 (+3,6 m/s) sulla pista di Castiglione della Pescaia e poi di 22”68 (-1,4m/s) a Rieti.

È partita la stagione in pista anche per il Carabiniere Yohanes Chiappinelli. Dopo il raduno in altura a Livigno, nel mese di luglio con gli altri mezzofondisti azzurri, ha esordito con una ripartenza in sordina a Cles sui 1500m, specialità veloce per le caratteristiche del nostro Carabiniere, dove il cronometro ha registrato il tempo finale di 3’55″64. Nella scorsa settimana il ventitreenne senese si è presentato al via dei 3000 siepi ai Paavo Nurmi Games a Turku (Finlandia), seconda gara della stagione e esordio sulla distanza in questo duemilaventi. Chiappinelli, bronzo europeo della specialità, ha chiuso quarto in 8’35″17.
La strada degli appuntamenti agonistici porta adesso, dopo il week-end di ferragosto, verso una tre giorni di manifestazioni a Firenze nelle quali si assegneranno i titoli toscani per le categorie assoluti e promesse.