Rispetto decreti Governo, la Polizia Municipale di Siena utilizzerà un drone per controllare la città

Il drone è stato messo a disposizione dai volontari della Misericordia, entrerà in azione da lunedì 23: oggi sono state ben 11 le persone denunciate

Da lunedì prossimo, 23 marzo, la Polizia Municipale grazie alla fattiva collaborazione della Misericordia di Siena si avvarrà di un drone, messo a disposizione, insieme a dei volontari, dall’associazione in modo da controllare a tappeto la città e, soprattutto, i suoi quartieri.
“Un prezioso aiuto – come dice il comandante Cesare Rinaldi per rispondere in maniera ancora più incisiva alle misure di contenimento, volute dal Governo e dal sindaco Luigi De Mossi, per evitare il contagio da Covid-19”.

L’augurio è che con questo mezzo radiocomandato, che sarà seguito da una pattuglia dedicata, i cittadini evitino le uscite non motivate dalla propria abitazione visto che nella sola giornata di oggi sono state ben 11 le persone denunciate per violazione all’art. 650 del Codice Penale. Due di queste hanno commesso anche altre violazioni: una all’art. 341, sempre del Codice Penale, per oltraggio a pubblico ufficiale, e l’altra, un extracomunitario già sottoposto a decreto di espulsione, per violazione all’art. 14 del Testo Unico sull’immigrazione. “Per quest’ultimo – informa Rinaldi – il questore ha già emesso un nuovo decreto di espulsione”. Nessun riscontro per quanto riguarda, invece, i 55 esercizi commerciali verificati oggi.

Estra
Electronic Flare
Centro Farc
Terre Cablate
Europa Due
Siena Bureau