Ruby Ter a Siena: processo si sdoppia. Rinvio al 21 ottobre, Mariani condannato 2 anni per falsa testimonianza

La sentenza in relazione alle accuse all'ex premier di corruzione in atti giudiziari spostata al 21 ottobre, stralciata la posizione del co-imputato Mariani, giudicato intanto per l'altra accusa di falsa testimonianza. Il tribunale lo condanna a 2 anni

Processo “Ruby Ter” a Siena: ennesimo rinvio per la sentenza a carico dell’ex premier Silvio Berlusconi, si va al 21 ottobre. Ma il processo si è sdoppiato. A seguito del nuovo ricovero in ospedale del presidente di Forza Italia, i legali hanno fatto ancora richiesta di rinvio per legittimo impedimento, istanza accolta dal tribunale di Siena senza opposizione da parte della Procura che ha reputato sufficiente la documentazione medica presentata: la sentenza, con riferimento all’accusa di corruzione in atti giudiziari, va al 21 ottobre. In quella data sarà un altro collegio, rispetto a quello presieduto dal giudice Ottavio Mosti, ad esprimersi.

Intanto la posizione del co-imputato Danilo Mariani è stata in parte stralciata: il collegio si è riunito in camera di Consiglio in relazione all’accusa di falsa testimonianza, ed ha condannato il pianista delle feste di Arcore a 2 anni. Per l’altro capo di imputazione, di cui Mariani è chiamato a rispondere, si andrà sempre al 21 ottobre.