Ruby Ter, sentenza slitta a gennaio: Berlusconi potrebbe rilasciare dichiarazioni spontanee in aula

L'ex premier sarebbe deciso a recarsi al tribunale di Siena per rilasciare alcune dichiarazioni spontanee

Slitta nuovamente la sentenza del processo Ruby Ter, che vede imputati l’ex presidente del consiglio Silvio Berlusconi con l’accusa di corruzione in atti giudiziari e Danilo Mariani, il pianista delle feste di Arcore, per il reato di falsa testimonianza. Il pronunciamento del giudice arriverà il prossimo 14 gennaio, dopo le eventuali repliche del pubblico ministero.

La procura di Siena ha chiesto la condanna di Berlusconi a 4 anni e 2 mesi, e di Mariani a 4 anni e 6 mesi. Oggi hanno discusso i difensori di Mariani, Salvatore Pino e Lucia Fanny Zoi.  Il 14, lo stesso Berlusconi – a difenderlo oggi c’erano gli avvocati Federico Cecconi, Enrico e Lorenzo De Martino – potrebbe presenziare in aula, deciso a rilasciare alcune dichiarazioni spontanee.