Rugby, a Novembre ripartiranno tutti i campionati

In casa Banca Centro CUS Siena Rugby tutte le categorie hanno ripreso il via seguendo le linee guida diramate dalla FIR

La stagione sportiva 2020/2021 si presenta come piena di incognite per tutto lo sport dilettantistico nazionale; non fa eccezione il Rugby che riprenderà nel mese di Novembre dopo lo stop ai campionati che la FIR dichiarò per prima rispetto a tutti gli sport di squadra nel mese di marzo.

La Federazione Italiana Rugby ha infatti diramato delle nuove linee guida che, nel caso in cui la situazione nazionale lo permetta, faranno scendere in campo tutte le categorie nei prossimi mesi.
In casa Banca Centro CUS Siena Rugby tutte le categorie hanno ripreso il via pur con tutte le limitazioni che le normative nazionali e regionali impongono; le nuove linee guida però hanno dato una svolta a tutte le attività e, una volta che i protocolli a tutela della salute di tutti i tesserati e delle loro famiglie saranno recepiti, si potrà riprendere l’attività agonistica.

I seniores ed i ragazzi della Under 18 della franchigia “i Ghibellini”, nata dall’unione delle giovanili con Vasari Rugby Arezzo e Molon Labé Rugby, hanno ripreso ormai da mesi la loro attività e solo nel corso della settimana scorsa hanno ripreso ad allenare la touche e la mischia mentre i più giovani stanno riprendendo l’attività con maggiore calma anche a causa di uno stravolgimento dell’organigramma tecnico senese resosi necessario nelle ultime settimane.

Hanno ripreso dalla scorsa settimana anche i più piccoli del minirugby grazie al lavoro del responsabile Manfredi Musmarra ed alla pazienza dei molti genitori che accompagnano i più piccoli al campo senza poter utilizzare gli spogliatoi e gli spazi comuni che verranno aperti solo nel corso di questa settimana.

Nel corso del weekend si è tenuto a Firenze un incontro di tutte le società toscane in cui il Presidente del Comitato Regionale Toscano della FIR Riccardo Bonaccorsi, assieme al Vice Presidente Vicario della FIR Avvocato Nino Saccà hanno illustrato tutte le modalità che sono state pensate per ripartire in sicurezza e si sono resi disponibili a rispondere alle molte domande dei responsabili delle varie società.
Un incontro utile per capire quelli che potrebbero essere gli scenari futuri per il rugby giocato in questa stagione così complessa e che fino a poche settimane fa sembrava irrimediabilmente compromessa.

I seniores sono in partenza per il ritiro a San Gimignano per riprendere gradualmente la loro normale attività sotto gli occhi attenti di Romei, Pucci e Calzeroni che hanno seguito gli atleti in maniera continuativa dalla ripresa degli allenamenti a giugno.