Scuola, le incognite superano le certezze. Cassanelli: "Senza organico Covid sarà un problema"

Anna Cassanelli (Flc Cgil): “Per le scuole medie e superiori ci saranno problemi"

Di Simona Sassetti | 28 Luglio 2022 alle 14:30

Manca sempre meno al suono della campanella, ma come ogni anno a caratterizzare l’estate sono le incognite sul fronte scuola. In questo periodo sono infatti, partite le procedure per le immissioni in ruolo a tempo indeterminato del personale docente. Il contingente per la Toscana è pari 6397 docenti, per Siena significa 490 immissioni in ruolo. Ma aldilà dei numeri fra il dire e il fare ci sono di mezzo sempre i concorsi.

“Per le scuole medie e superiori ci saranno problemi – afferma, infatti, Anna Cassanelli (Flc Cgil). Noi avevamo due concorsi che erano stati banditi nel 2020, uno di questi non è ancora terminato. Si sta parlando di 27 materie (classi di concorso, ndr) in cui le immissioni in ruolo sarà possibile farle solo per la metà dei posti disponibili” .

E per quelli restanti? “Ci penseranno i supplenti “ risponde Cassanelli. Ma a preoccupare è anche la non conferma dell’organico Covid. “I casi ci sono – afferma – . L’organico covid è indispensabile per una scuola in presenza e in sicurezza”.

Simona Sassetti

Nasce a Siena nel 1991, lavora a Siena Tv dal 2016. Ha scritto prima sul Corriere di Siena e ora su La Nazione. Va pazza per i cantanti indie, poi Guccini, Gaber, gli hamburger vegani e le verdure in pinzimonio. Le diverte la politica e parlarne. Ama il volley. Nel 2004 ha vinto uno di quei premi giornalistici sezione giovani e nel 2011 ha deciso di diventarlo.



Articoli correlati