Seminari internazionali estivi Siena Jazz, i numeri di un successo

13 gli studenti che si aggiudicano altrettante importanti borse di studio

E’ un bilancio importante quello della 48esima edizione dei seminari internazionali estivi di Siena Jazz che si sono appena conclusi e che racconta della crescita continua di questa istituzione.

Numeri che parlano più di mille parole: 115 Studenti provenienti da 5 continenti, 18 nazioni presenti, 34 docenti internazionali, 104 concerti con grande presenza di pubblico e tanta attenzione mediatica, 3 conservatori europei (quelli di Van Amsterdam, di Amburgo e di Birmingham) che si sono esibiti con le loro delegazioni, 3 letio magistralis tenute dai critici musicali quali Francesco Martinelli, Michelle Mercer e Tom Conrad e poi la prestigiosa master class del trombettista Enrico Rava, che sceglie proprio i seminari di Siena Jazz come unico luogo nel quale ha deciso di insegnare.

E ancora momenti altissimi di spettacolo nati grazie alla felice collaborazione con l’Accademia Musicale Chigiana e il Conservatorio Rinaldo Franci. Intanto sono state assegnate le borse di studio annuali: l’allievo sassofonista Francesco Panconesi conquista una borsa di studio che gli permetterà di frequentare il 29° Seminario di Nuoro Jazz. Il riconoscimento, voluto fortemente dai due direttori di Siena e Nuoro, Franco Caroni e Paolo Fresu, consolida la collaborazione del grande trombettista con Siena, prima studente e poi docente per molti anni ai seminari senesi.

Sono l’allievo batterista Simone Brilli, l’allievo trombettista Paolo Petrecca, l’allievo chitarrista Claudio Suriano e l’allievo contrabbassista Davide Paulis ad ottenere le 4 borse di studio intitolate all’innovativa formula di recording Bed&Rec. Formati dall’Accademia Nazionale del Jazz di Siena durante i seminari estivi 2018 i quattro giovani musicisti parteciperanno al “San Leo Music Fest” promosso dall’Associazione Culturale Officina Musicale e avranno la possibilità di lavorare con un tutor d’eccezione, che per l’occasione sarà il pianista Simone Graziano che li aiuterà a preparare un live che sarà presentato al festival.

Sono invece 7 le borse di studio che permetteranno ad altrettanti studenti di tornare a Siena Jazz a frequentare i Seminari Internazionali il prossimo anno: un premio alle capacità e alle potenzialità artistiche dell’allievo trombettista Iacopo Teolis (Italia), dell’allievo contrabbassista Pietro Elia Barcellona (Italia), dell’allievo sassofonista Emilio Mesa (U.S.A.), dell’allievo bassista Mikailo Kasha (U.S.A.), dell’allievo chitarrista Miles Mindlin (GB), dell’allievo cantante Fuensanta Mendez (Messico) e dell’allievo batterista Kai McRae (GB).

Infine è stata assegnata a Giulio Ottanelli studente sassofonista la borsa di studio più prestigiosa dell’edizione 2018, quella per la partecipazione al meeting mondiale della IASJ, l’Associazione che riunisce circa cinquanta fra le più prestigiose scuole di jazz del mondo, che si terrà a Zagabria dal 29 giugno al 5 luglio 2019.

Errebian
All Clean Sanex
Electronic Flare
Estra
Centro Farc
Terre Cablate
Europa Due