Sequestro articoli contraffatti, Zingarelli (Chianti Classico): “Soddisfatto, tutelato marchio storico”

Il presidente del Consorzio del Vino Chianti Classico Sergio Zingarelli ha espresso “grande soddisfazione” per il sequestro di 6mila articoli contraffatti

Il presidente del Consorzio del Vino Chianti Classico Sergio Zingarelli ha espresso “grande soddisfazione di fronte al risultato delle indagini” che hanno portato al sequestro di circa 6mila articoli contraffatti con finto marchio Gallo Nero (leggi qui). “Il nostro plauso va alla magistratura coinvolta e alla Guardia di Finanza di Poggibonsi che ha effettuato le indagini con il supporto del Consorzio, portando a un’importante azione legale contro la contraffazione del marchio del Chianti Classico”, ha aggiunto Zingarelli che sottolinea: “Compito del Consorzio Vino Chianti Classico e’ la promozione del marchio e la sua tutela legale non solo a livello enologico, ma anche nell’ambito del merchandising: l’attivita’ di controllo su quest’ultimo negli ultimi anni e’ stata ampliata e potenziata proprio per difendere a ampio raggio uno dei marchi piu’ noti del Made in Italy”. Il presidente del Consorzio del Vino Chianti Classico ha concluso auspicando che il sequestro odierno “serva da monito a coloro che sfruttano illegalmente la notorieta’ del marchio del Gallo Nero, simbolo di una delle zone vitivinicole piu’ antiche del mondo”.