Sicurezza delle aree ferroviarie con la Drone Box

Presentato a Siena l’aereoporto mobile per droni volanti che garantirà la sicurezza della rete ferroviaria

Un aeroporto mobile e completamente automatizzato per droni volanti. E’ la nuova Drone Box, unica nel suo genere nel panorama europeo, ideata e realizzata per garantire la sicurezza delle aree sensibili della rete ferroviaria italiana. Un’esigenza operativa identificata dalla Direzione Centrale Protezione Aziendale del Gruppo FS Italiane su commissione della quale è nata una collaborazione per attività di trasferimento tecnologico tra il Dipartimento di Ingegneria dell’informazione e Scienze matematiche dell’Università di Siena, rappresentato dal VISLAb (VIsion and Smart sensors Laboratory, sotto la supervisione del professor Alessandro Mecocci) e dal LEEME (Laboratorio di elettronica, elettrotecnica e misure elettroniche, sotto la supervisione del professor Valerio Vignoli) e la struttura di Ricerca e Sviluppo RFI che, oltre ad aver collaborato nello sviluppo del prototipo, ha anche agito in qualità di PM.

L’innovativa tecnologia è stata presentata questa mattina nel workshop “Soluzioni per la sicurezza delle infrastrutture del paese: il volo automatico con mezzi unmanned. Sinergie possibili tra pubblico e privato”.