Siena agli Europei di atletica a Berlino con Chiappinelli, Siragusa e Vallortigara

Tra i selezionati, la sprinter di Colle di Val d’Elsa, Irene Siragusa e nei 3.000 siepi il senese Yohanes Chiappinelli

Saranno tre a rappresentare Siena ai prossimi Campionati europei di atletica che prenderanno il via domani a Berlino.  A tenere alto il nome di Siena saranno infatti la senese di adozione Elena Vallortigara, Yohanes Chiappinelli  ed Irene Siragusa. 

Per il salto in alto riflettore rivolti su Elena Vallortigara (classe 1991), ormai una senese acquisita, visto che vive, studia e si allena proprio a Siena ed è allenata dal senese Stefano Giardi. Dopo l’exploit di Londra, nella Diamond League con 2,02 (meglio della grande Sara Simeoni), la saltatrice in alto azzurra punta al podio europeo. Figlia di un ex pallavolista che ha giocato fino alla serie A2, mentre la sorella si è dedicata al basket, invece Elena ha ottenuto subito risultati notevoli nel salto in alto: capolista mondiale stagionale under 16 nel 2006 con 1.85 che è ancora la MPN cadette. Nel 2007, nonostante un infortunio al ginocchio, in due settimane ha vinto il bronzo ai Mondiali allieve e l’oro all’Eyof battendo la neocampionessa iridata, la russa Mamlina. Fino alla primavera del 2008 si è allenata con Erica Sella, poi è stata seguita dall’ex eptatleta azzurra Silvia Dalla Piana. Nel 2010 tra le juniores ha conquistato un tricolore anche nelle prove multiple (pentathlon indoor) e in giugno ha eguagliato il primato italiano di categoria saltando 1.90, quindi il bronzo mondiale under 20 e un altro progresso con 1.91 nel giorno del debutto in Nazionale assoluta, al DécaNation di Annecy. Nel 2011 una serie di distorsioni alla caviglia e la conseguente operazione, nel mese di luglio, ma anche problemi alla schiena, cambiando più volte sede di allenamento: Modena, Rieti e Rimini, prima di approdare a Siena nell’ottobre 2016 sotto la guida tecnica di Stefano Giardi. Nella stagione indoor 2017 è tornata a 1.87 vincendo il tricolore. L’exploit tra aprile e maggio 2018 con 1.94 e 1.95, poi 1.96 all’inizio di giugno, fino al meeting di Londra dove si è portata a 2.00 e 2.02, seconda italiana di sempre. Diplomata al liceo linguistico, appassionata di lingue e amante della natura, studia scienze e tecniche psicologiche all’ateneo telematico eCampus.

Nella velocità attenzione rivolta verso Irene Siragusa (classe 1993) La famiglia risiede a Colle Val d’Elsa, in provincia di Siena, ma i nonni sono di origini palermitane. Ha praticato per molti anni il pattinaggio artistico a rotelle, poi si è rivelata vincendo una gara di lungo a livello studentesco. Già da cadetta ha dimostrato doti di sprinter correndo gli 80 metri in 9.9 ed è stata convinta anche dalla mamma Patrizia, ex quattrocentista. Ma sono stati soprattutto i progressi nel 2011 a portarla alla ribalta, colonna della staffetta azzurra che ha conquistato l’argento europeo juniores. Si allena a Colle Val d’Elsa e nel 2015 è stata arruolata dall’Esercito. Nel 2017 la “velocista con gli occhiali” ha vinto l’oro dei 200 alle Universiadi, dopo l’argento sui 100 metri, diventando la quinta italiana di sempre in entrambe le distanze. Nel 2018 si è portata a 11.21 nei 100 per salire al secondo posto nazionale alltime. Laureata in mediazione linguistica in ambito turistico imprenditoriale, frequenta la magistrale in competenze testuali per la promozione turistica all’Università per Stranieri di Siena. Anche la sorella Ilaria, più piccola di quattro anni, si cimenta nelle gare di sprin. Gareggia con l’Esercito

Infine presente anche il mezzofondista Yohanes Chiappinelli, C.S. Carabinieri Sez. Atletica, che sarà impegnato nei 3.000 siepi.  Originario di un villaggio vicino Addis Abeba, all’età di sette anni è stato adottato da una famiglia senese. Nel 2008 ha iniziato a correre, subito con una solida reputazione da specialista delle campestri, spesso di fronte a un altro ragazzo di nascita etiope come Yeman Crippa. Nel 2012 “Yoghi”, secondo il nomignolo usato dagli amici, ha dominato la sua ultima stagione da cadetto migliorando a più riprese la MPN dei 2000 metri detenuta dal compianto Cosimo Caliandro (fino a 5:29.15). Dal 2014 si è dedicato alle siepi, in prospettiva dei Mondiali under 20, dove è stato sesto e ha demolito per l’ennesima volta il record allievi dei 3000 siepi. Nel 2015, nemmeno maggiorenne, è diventato il secondo siepista junior di sempre in Italia, vincendo poi il titolo europeo under 20 per entrare nei Carabinieri proveniente dall’Uisp Atletica Siena, mentre nel 2016 con il quinto posto mondiale ha tolto a Francesco Panetta il record nazionale di categoria. Nel 2017 ha conquistato l’oro europeo under 23, nuovamente con una gara tutta al comando. Vive e si allena a Siena.

Si. Sa

Lusini Gas
Estra
Cotas Radio Taxi
Electronic Flare
Europa Due
Siena Motori
Terre Cablate
Siena Bureau
Golmar Igiene professionale
Centro Farc
Chianti Banca