Siena capitale dell’agricoltura sostenibile con Agrifood Next

Al via questa mattina la due giorni sull’agroalimentare innovativo

Si è aperto questa mattina Agrifood Next, l’evento che vede protagonisti il mondo delle imprese e della ricerca nel settore dell’agroalimentare, organizzato dalla Fondazione PRIMA, la Fondazione Qualivita, il Comune di Siena e l’Università di Siena.

Dall’uva fuori suolo al controllo dell’irrigazione con lo smartphone, alla serra che risparmia fino al 90% di acqua: trenta storie di aziende agricole innovative presentate nella due giorni di Agrifood Next

“Se vogliamo avere un futuro come Agrifood dobbiamo innovare – spiega il presidente della Fondazione PRIMA Angelo Riccaboni – perché altrimenti non riusciamo ad equilibrare l’esigenza di redittività, perchè chi lavora in questo settore ne ha bisogno, la qualità che vogliono i consumatori e la sostenibilità che oggi tutti vogliono. L’innovazione non è facile, ma con le trenta storie che presentiamo vogliamo far vedere che qualcuno ce l’ha fatta, e se ce l’hanno fatta loro perché non potremmo noi anche qua a Siena?”

“E’ un impegno importante, ma noi, come città, siamo per le grandi sfide – commenta il sindaco di Siena Luigi De Mossi – Questa iniziativa è una occasione unica per trattare temi legati all’agrifood in ogni sua aspetto, dalla sostenibilità all’innovazione, addirittura fino alla fame del mondo: tutto ciò che riguarda il rapporto dell’uomo con la terra. Facendo questo pensiamo di poter far diventare questa terra, già ricca di eccellenze, una terra che possa essere il centro e il motore di tante iniziative nell’agroalimentare”

Agrifood Next propone non solo iniziative legate al mondo delle imprese e delle istituzioni, ma rivolte anche ad un pubblico più ampio, fino ai più giovani, con AgriCircus, che sarà anche un momento di incontro tra studenti, neolaureati, università e mondo delle imprese per dialogare sulle nuove figure professionali, le capacità e le competenze richieste per lo sviluppo del settore agrifood.

“Credo che ci sia un grande momento di svolta nell’agricoltura – conclude il direttore generale di Fondazione Qualivita Mauro Rosati –  C’è un percorso a Siena che ci porta da sempre a vedere il futuro dell’agricoltura, e Agrifood Next non è altro che il tentativo di creare un community fatta di ricerca, di impresa, di istituzioni, perchè per fare sostenibilità vera bisogna farla in maniera condivisa. In questa fase anche i cittadini devono essere coinvoli in questo processo di innovazione agricola nel segno della sostenibilità”.

Estra
Electronic Flare
Terre Cablate
Centro Farc
Europa Due
Siena Bureau