Siena: condizioni del Campo Scuola e riapertura spogliatoi, Valentini interroga il sindaco

L'ex sindaco presenta una interrogazione in Consiglio sullo stato del camposcuola: "constatato personalmente il disagio degli utenti a causa della impossibilità di utilizzare gli spogliatoi per mancanza di personale per il controllo nell'utilizzo dei locali e delle docce"

Campo Scuola di via Avignone a Siena, il consigliere del Pd Bruno Valentini ha presentato un’interrogazione dopo aver “constatato personalmente il disagio degli utenti a causa della impossibilità di utilizzare gli spogliatoi per mancanza di personale per il controllo nell’utilizzo dei locali e delle docce”.

“Il primo ottobre 2020 la Giunta Comunale ha emesso un comunicato stampa con cui si dava notizia dell’approvazione di un progetto di quasi un milione di euro finalizzato al restyling completo del Campo Scuola “Renzo Corsi” – afferma Valentini – l’intervento doveva essere finanziato anche attraverso un contributo statale di 750mila euro che però il Comune ha perso perchè lo stato della progettazione era troppo indietro. Il Comune si è impegnato comunque a provvedere attraverso l’accensione di un mutuo adeguato all’entità dei lavori necessari. La tempistica stimata del cantiere dall’Amministrazione Comunale è di circa sei mesi e che finora non sappiamo nè se sia stato acceso il mutuo e nè se la progettazione sia stata completata per poter indire la gara d’appalto. Lo stato degli impianti sportivi del Campo Scuola è carente (il pavimento sportivo sintetico era già stato definito “esausto” dalla relazione della Giunta) ed i bagni versano in condizioni pessime. Ad oggi non è possibile l’accesso al locale degli attrezzi e soprattutto agli spogliatoi ed alle docce, indispensabili con l’ingresso nella stagione autunnale, in conseguenza di un illogico prolungamento delle cautele dovute alle norme restrittive Covid, giustificato con la mancanza di personale” ancora l’ex sindaco.

Valentini così interroga il sindaco per conoscere “quale è lo stato effettivo della progettazione annunciata ad ottobre dell’anno scorso, per sapere se è stato già attivato il relativo mutuo od altro finanziamento alternativo, per comunicare ai cittadini interessati, alle società sportive ed alle scolaresche quando si presume approssimativamente che verranno terminati i lavori al Campo Scuola annunciati dalla Giunta in pompa magna e con così largo anticipo e per sollecitare l’Amministrazione a riaprire immediatamente gli spogliatoi e le docce, utilizzando alla bisogna anche i dipendenti comunali ivi distaccati, per controllare che vengano rispettati dagli utenti i requisiti per l’utilizzo in sicurezza dei locali in oggetto”.