Siena, installate 5 mappe tattili per persone ipo e non vedenti

Accessibilità ed eliminazione delle barriere architettoniche, le mappe sono posizionate all'ingresso dell’ospedale le Scotte e lungo la direttrice pedonale Porta Camollia-Antiporto-Stazione

Installate dal Comune di Siena 5 mappe tattili, su appositi leggii di supporto, per persone ipo e non vedenti, all’ingresso dell’Azienda Ospedaliera Universitaria Senese Santa Maria alle Scotte e lungo la direttrice pedonale Porta Camollia-Antiporto-Stazione.  L’intervento, su impulso degli assessorati ai Lavori Pubblici e ai Servizi Sociali, particolarmente sensibili alle problematiche in materia di accessibilità, è stato realizzato internamente dal Servizio Progettazione e Realizzazione Opere, con la collaborazione del Laboratorio Comunale per l’Accessibilità, e porta a compimento due recenti progetti volti all’eliminazione delle barriere architettoniche in percorsi pedonali e servizi di interesse prioritario.

“Opere che, in un’ottica integrata – illustra l’assessore ai Lavori Pubblici Sara Pugliese –  mirano al miglioramento delle fermate del TPL (trasporto pubblico locale), nell’asse che va da piazza del Sale al Policlinico Le Scotte passando per la Stazione Ferroviaria, e alla riqualificazione del percorso pedonale che va dall’Antiporto di Camollia al centro storico con accesso dall’omonima Porta. Un ulteriore passo per trasformare Siena in una città sempre più inclusiva, attenta ai bisogni e alle esigenze di tutti”.

L’Amministrazione, per questi interventi volti all’eliminazione delle barriere architettoniche, ha partecipato a bandi e ottenuto cofinanziamenti della Regione Toscana e del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti. I leggii a supporto delle mappe tattili, di disegno analogo a quelli già installati nella Fortezza Medicea e al Terminal Bus in via Lombardi, integrano e completano i sistemi di segnaletica tattilo–plantare esistenti.

“Un progetto – come ha evidenziato l’assessore ai Servizi Sociali Francesca Appolloni – che ha lo scopo di rendere i percorsi pedonali e le aree pubbliche più fruibili ad ogni categoria di utenti. Queste mappe rappresentano infatti  un atto di fattiva attenzione verso le persone con disabilità visiva che, senza punti di riferimento, hanno difficoltà nello spostarsi. Per una società civile, in fondo, basta condividere i linguaggi per rendere la città accessibile e  fruibile da tutti”.

Le 5 mappe tattili, realizzate in alluminio verniciato, illustrano, con particolari segni grafici e testi in rilievo, la planimetria del luogo indicando alle persone con disabilità sensoriali e percettive gli eventuali punti e servizi di interesse, gli ostacoli e il percorso più agevole da seguire. A tal fine, al Policlinico Le Scotte sono state installate 2 mappe che indirizzano l’utente lungo il tragitto che dalla fermata dell’autobus di viale Bracci (I mappa) conduce fino all’ingresso dell’Ospedale (II mappa). Le altre 3 mappe sono state, invece, posizionate lungo il tratto che dalla risalita meccanizzata in prossimità dell’Antiporto di Camollia (III mappa) conduce fino alle mura cittadine percorrendo viale V. Emanuele II, passando dall’incrocio con via B. Ricasoli (IV mappa) e quindi giungendo a Porta Camollia (V mappa).