Siena: tasse, il Consiglio comunale ha confermato le aliquote Imu e Irpef per il 2022

Una decisione presa, ha spiegato l'assessore al bilancio Fazzi, "visto il protrarsi dell'emergenza da Covid-19 e in considerazione dell'attuale situazione economica della città2

Comune di Siena, l’assemblea consiliare, oggi, ha confermato per il 2022 le aliquote IMU approvate lo scorso anno. Come evidenziato dall’assessore al Bilancio Luciano Fazzi “visto il protrarsi dell’emergenza da Covid-19 e in considerazione dell’attuale situazione economica della città, abbiamo ritenuto opportuno, nel rispetto della normativa, confermare anche per il 2022 le aliquote IMU del 2021”.

L’aliquota base IMU per le abitazioni principali classificate nelle categorie catastali A/1, A/8, e A/9, e relative pertinenze, è pari allo 0,6%; per i fabbricati rurali ad uso strumentale e per quelli costruiti e destinati dall’impresa costruttrice alla vendita, fintanto che permanga tale situazione e non siano in ogni caso locati, l’aliquota è pari allo 0,1%. Per gli immobili ad uso produttivo classificati nel gruppo catastale D, a eccezione della categoria D/10, e le abitazioni locate con contratti di tipo concordato l’aliquota è 1,06%. In quest’ultimo caso i soggetti interessati dovranno presentare apposita comunicazione, in base alle indicazioni fornite dall’Amministrazione, sia per i contratti stipulati dal prossimo 1° gennaio, sia per quelli oggetto di proroga nel corso del 2022 o comunque interessati anche dalla presente annualità. Nei casi di omessa o tardiva presentazione verrà applicata una sanzione amministrativa di 51 euro. Infine, per gli immobili che non rientrano nelle suddette categorie l’aliquota sarà 1,12%. Confermata la detrazione di 200 euro da applicare, fino a concorrenza del suo ammontare, per l’abitazione principale (A/1, A/8 e A/9) e relative pertinenze, che riguarda anche gli alloggi assegnati dagli istituti autonomi per le case popolari (IACP) o dagli enti di edilizia residenziale pubblica.

Nella seduta odierna inoltre l’assemblea consiliare ha confermato anche per il 2022 le aliquote dell’addizionale comunale IRPEF. L’assessore al Bilancio Luciano Fazzi, nell’illustrazione dell’atto, ha affermato come “con il perdurare dell’emergenza epidemiologia e la conseguente riduzione delle entrate di parte corrente, si ritiene opportuno confermare anche per il prossimo anno le aliquote dell’addizionale comunale Irpef degli anni precedenti, al fine di garantire la permanenza degli equilibri correnti di bilancio”. Prevista, quindi, l’esenzione per redditi imponibili fino a 11.999,99 euro; 0,735 l’aliquota per i redditi fino a 15mila; 0,78 per redditi da 15.000,01 a 28mila; 0,79 da 28.000,01 a 55mila; 0,795 da 55.000,01 a 75mila, e 0,8 per i redditi oltre 75mila.