“Strade Gialle”, Squillace: “Vogliamo aiutare i commercianti. Altre Contrade sulla nostra scia”

Dal 24-25 luglio al via "Strade Gialle", l'iniziativa della contrada dell'Aquila che coinvolge gli esercenti del rione

Dal 24-25 luglio al via “Strade Gialle”, l’iniziativa della contrada dell‘Aquila che coinvolge gli esercenti del rione in ottica di favorire il rilancio delle attività e della socialità colpita duramente dalla crisi Coronavirus.

“Abbiamo identificato le vie principali del territorio dell’Aquila, le quali saranno parzialmente chiuse al traffico dalle 19 alle 24, poi abbiamo acquistato e montato dei piccoli lampioncini per potenziare l’illuminazione e accendere il territorio – spiega a Siena Tv il priore Francesco Squillace – Gli esercenti potranno mettere fuori sedie e tavoli in misura maggiore rispetto ad ora, nel rispetto del distanziamento e delle norme di legge”.

L’obiettivo è poter replicare per tutti i fine settimana dei mesi di luglio e agosto, con l’obiettivo di ravvivare e rilanciare il territorio, nella consapevolezza che la Contrada ha l’obbligo di impegnarsi a fondo nella difesa e sviluppo dello stesso, specialmente in una fase critica come quella attuale, garantendo, altresì, il rispetto delle esigenze delle istituzioni ivi presenti e dei residenti.

“Riteniamo in questa maniera di poter dare una mano ai negozianti – aggiunge Squillace – tutto questo è possibile grazie all’aiuto dell’Amministrazione comunale, nelle persone del sindaco Luigi De Mossi, dell’assessore Tirelli e del comandante Rinaldi. Ho già sentito le altre Contrade, sulla scia di quel che stiamo facendo noi altre consorelle vogliono proporre l’iniziativa