Suppletive, Salvini a Siena Tv: “Territorio straordinario, chiede rispetto. Mps sia nuova grande banca locale, niente svendita”

Il tour del leader leghista in appoggio al candidato Marrocchesi Marzi parte da Diesse (Monteriggioni): "Letta se perde cambia mestiere? Faremo di tutto per fargli avere tanto tempo libero. Scelto un cittadino del territorio come candidato, non un catapultato. No a licenziamenti facili per i lavoratori Mps. Greenpass oggi è demenziale, vanno vaccinati gli over 60, senza costrizioni però. Entro pochi giorni farò il vaccino"

Al via la campagna elettorale per le suppletive di Siena, che designeranno il subentrante a Pier Carlo Padoan alla Camera dei Deputati. Da una parte Enrico Letta, candidato del centro sinistra che sta costruendo la sua coalizione, dall’altra Tommaso Marrocchesi Marzi, imprenditore vitivinicolo candidato civico per i partiti del centrodestra. Dopo l’esordio di sabato del segretario Dem a Montalcino, ecco oggi il turno del leader leghista Matteo Salvini, in tour per Siena e provincia a sostegno del candidato chiantigiano. Salvini, insieme a quest’ultimo e al sindaco Luigi De Mossi, è partito dal comune di Monteriggioni, esattamente dalla sede di Diesse Diagnostica senese, azienda leader nel campo e in rampa di lancio che presto inaugurerà il più grande impianto di diagnostica in vitro d’Italia.

“Questo è un territorio straordinario, che chiede rispetto per chi ci lavora e ci abita – afferma Salvini ai microfoni di Siena Tv e degli altri cronisti presenti – Abbiamo scelto una cosa che la sinistra ha scelto di non fare, ovvero un cittadino di Siena, senza catapultare nessuno. Siena è una capitale europea della scienza della vita in tempi di Covid, che esporta il made in Siena in tutto il mondo. C’è il tema Mps, un istituto devastato da altri, che pongano rimedio coloro che hanno fatto il disastro è curioso – prosegue – Non è solo la banca più antica del mondo, ha decine di migliaia di lavoratori. Chi viene eletto deve dare risposte al territorio. Le nostre parole chiave sono sviluppo, promozione, difesa dei lavoratori di Mps, e un un no a licenziamenti facili – sottolinea – proponendo un ‘idea di sviluppo della città, un progetto per Siena. No alla svendita di Mps. Preferisco che il pubblico continui ad investire in modo sano, finchè non ci saranno le condizioni per vendere – ammonisce – Mps può essere nuova grande banca del territorio – si augura – il territorio può dare ancora tanto, ma ci vogliono investimenti nelle infrastrutture con i fondi europei”.  “Letta ha detto che se perde cambia mestiere? Faremo di tutto per fargli avere molto tempo libero” aggiunge ironicamente Salvini.

Vaccini Covid e green pass: “Non dobbiamo inseguire i 15enni, ma vaccinare gli over 60, 2 milioni e mezzo sono ancora scoperti, bisogna convincerli che è loro interesse mettersi in sicurezza, io non costringerò mai – ribadisce – Il vaccino è fondamentale per le fasce fragili. Chi sceglie di non volerlo fare ha il diritto di avere una sua idea, per bimbi e ragazzini ci andrei cauto.  Applicare oggi il il green pass a ragazzi giovani, che avranno la seconda dose non prima di ottobre, magari per farsi un caffè in Piazza del Campo è demenziale. Se ho prenotato il vaccino? Sì, entro pochi giorni lo farò”.