Suppletive Siena, nessun candidato Iv. Scaramelli: “Scelta sofferta”

Il consigliere regionale: "Una frattura cosi profonda nel centrosinistra italiano avrebbe spinto definitivamente i dem nelle mani di Conte e dei pentastellati"

“Una mia o nostra candidatura alternativa all’attuale segretario del Partito Democratico avrebbe distrutto ogni prospettiva di riformismo in Italia e spalancato le porte alla destra”.

Lo scrive su Facebook il vice presidente del Consiglio Regionale della Toscana e capogruppo Italia Viva, Stefano Scaramelli. Il partito di Italia Viva, dopo alcuni giorni di fibrillazioni e ultimatum, ha deciso di appoggiare la candidatura di Letta

“Io sono uomo di sinistra, riformista e antifascista da sempre. Una frattura cosi profonda nel centrosinistra italiano avrebbe spinto definitivamente i dem nelle mani di Conte e dei pentastellati, mettendo a rischio non tanto, ma anche, la riforma attuale della giustizia quanto la tenuta del governo Draghi e abdicato forse fin in anticipo possibili intese per l’elezione del prossimo Presidente della Repubblica”, aggiunge Scaramelli. “L’elezione del collegio senese stava diventando una cosa più grossa di quello che sembrava, uno spartiacque nazionale. Abbiamo deciso di fermarci. Ho sofferto questa decisione. Ne prendo atto. Io la condivido, lo ammetto, non chiedo di farlo a voi. A ciascuno la propria libera valutazione. Resta il fatto che, come nella vita, a molti riesce assumere decisioni semplici. Le scelte complesse, invece, dal canto loro sono difficili da comprendere. Ci sarà tempo e modo per capire quale futuro ciascuno di noi è chiamato a vivere”.