Suvignano, il prefetto Maria Forte: “Simbolo dei principi sani dello Stato”

"Sono onorata e positivamente sorpresa. A due giorni dal mio insediamento, venire qui è veramente una grande soddisfazione"

Arrivata a Siena da due giorni, Maria Forte, il nuovo prefetto, come primo atto istituzionale ha partecipato all’inaugurazione del “Percorso della legalità” a Suvignano. La tenuta è tornata nelle mani dei toscani da due anni, durante i quali è diventata il simbolo della lotta alla mafia in questo territorio così appetibile per le associazioni criminali che anche se non nascono qui, sicuramente ci investono.

“Sono onorata e sorpresa positivamente – ha commentato il prefetto davanti alla bellezza del luogo che è sia innata che frutto della libertà conquistata -. E’ la conferma dello Stato che afferma il principio della legalità non solo a livello territoriale ma anche nazionale, essendo una confisca leader in Italia”.

Sicuramente iniziare ufficialmente il suo mandato proprio da Suvignano, proprio con l’inaugurazione di quello che sarà un nuovo inizio per la tenuta, non può che essere positivo. “A due giorni dal mio insediamento, venire qui è veramente una grande soddisfazione, non solo per la bellezza naturalistica del territorio, ma anche per i principi sani che rappresenta. Il mio impegno prioritario sarà quello di affrontare questo periodo di crisi che potrà portare certamente il pericolo dell’infiltrazione”.