Taglio illecito di legname, Forestale sequestra 3mila quintali. Scatta una maxi multa

Carabinieri in azione a Murlo, contestato a una ditta l’illecito ambientale con multa di 40mila euro per il danno forestale cagionato al bosco. Tre denunce

Taglio di legname illecito, scatta il sequestro e una maxi multa. La Stazione Carabinieri Forestale di Monticiano, a conclusione di attività investigativa inerente la regolare conduzione di un’utilizzazione boschiva in comune di Murlo, ha posto sotto sequestro circa 3.000 quintali di legname illecitamente prelevato. In particolare, all’esito degli accertamenti tecnici di rito, è emerso che la ditta boschiva aveva rilasciato mediamente solo 19 piante matricine ad ettaro, a fronte delle 80 prescritte nel Piano dei tagli regolarmente approvato, su una superficie di circa 10 ettari, ricavando un profitto illecito stimabile in oltre 15.000 euro.

Per tali fatti tre persone sono state segnalate all’Autorità giudiziaria, alle quali, a vario titolo, è stato contestato l’illecito ambientale previsto e punito dalla normativa di riferimento per “taglio non colturale”. I militari hanno provveduto inoltre ad elevare sanzioni amministrative per un importo di circa 40.000 euro per il danno forestale cagionato al bosco.
Continuano incessanti i controlli dei Carabinieri Forestali della Provincia di Siena, finalizzati a verificare la corretta esecuzione dei tagli boschivi, anche con riferimento al contrasto del lavoro nero e del caporalato, nonché della sicurezza sui luoghi di lavoro.