Tensostruttura pista Sant’Andrea, botta e risposta tra Valentini e Benini

L’assessore allo sport replica all’ex sindaco

Lo spostamento della tensostruttura da Sant’Andrea a Montecchio prevista il 27 dicembre (LEGGI QUI) è così commentata dal consigliere comunale Pd Bruno Valentini: “Se non ci andassero di mezzo le attese ed i soldi tirati fuori di tasca da un’associazione sportiva senese, potremmo intitolare: “Comune di Siena, oggi le comiche” – è l’attacco tramite una nota –  Il Comune di Siena ha ordinato di smontare in fretta e furia la tensostruttura montata dal Roller Team Siena a Sant’Andrea, che aveva suscitato la reazione degli abitanti del quartiere, non adeguatamente informati e coinvolti nella scelta. Per evitare l’accusa di abuso edilizio, dovuta evidentemente ad errori di valutazione commessi dal Comune, hanno costretto i genitori delle 70-80 ragazze a smontare la tensostruttura allestita con tanti sacrifici, senza che la promessa del Sindaco (“andrete a Presciano”) sia stata mantenuta. Le decisioni cervellotiche del Comune hanno messo i residenti contro le famiglie delle atlete, col rischio che la situazione nella zona ddgenerasse. Hanno indotto i soci del Roller Team a tirare fuori decine e decine di migliaia di euro e ad oggi non si sa se potranno recuperarli. A gennaio le bravissime ragazze del pattinaggio senese hanno gare in vista delle quali non sanno con certezza dove e quanto potranno allenarsi con certezza. Per una città che si candida a città europea dello sport non poteva esserci storia peggiore!”

A rispondergli, tramite il suo profilo social, è l’assessore allo sport Paolo Benini: “L’ ex Sindaco Valentini e’ incommentabile sempre e non meritevole neanche di un secondo di attenzione ma faccio uno sforzo per la cittadinanza. Presciano necessita di tempi lunghi e magari sara’ una soluzione futura. Roller Team aveva a disposizione anche una alternativa che non avrebbe interrotto l’attivita’ ma ha preferito smontare e attendere di riposizionarsi”

Errebian
Estra
All Clean Sanex
Electronic Flare
Terre Cablate
Centro Farc
Siena Bureau
Europa Due