Trasporta latte senza autorizzazione, autocarro sanzionato dalla Guardia di Finanza

Latte non tracciato trasportato senza autorizzazione in contenitori non a norma: multa per un autocarro

Latte non tracciato, trasportato senza autorizzazione in contenitori rugginosi: in azione la Guardia di Finanza di Siena, attraverso una pattuglia automontata della Tenenza di Poggibonsi che ha fermato, per i consueti accertamenti di rito sui beni viaggianti, un autocarro in transito.

“Nel corso del controllo  – spiega la Gdf – è emerso che l’autista, titolare di una ditta esercente l’attività di coltivazione di vino, trasportava una grande quantità di latte ovino, circa 400 litri, conservato in un contenitore posto all’interno del mezzo. Al di là dell’assenza del prescritto formulario, sintomatico del fatto che il prodotto fosse verosimilmente destinato ad una produzione non tracciata, i Finanzieri appuravano altresì che il vano destinato al trasporto del latte era alquanto fatiscente, con sporcizia e ruggine dappertutto. La rigorosa normativa vigente in materia prescrive, a tutela della salute pubblica, che i vani di carico dei veicoli e i contenitori utilizzati per il trasporto di alimenti, progettati per consentire un’adeguata pulizia e disinfezione, debbano essere sottoposti a regolare manutenzione per evitare che il cibo possa essere contaminato”.

I militari hanno quindi segnalato il trasportatore alle Autorità competenti per la comminazione delle sanzioni amministrative connesse alle violazioni delle specifiche normative di settore.