Trentenne senese nei guai al Gran Premio al Mugello

Sotto l’effetto di stupefacenti cerca di sfuggire con metodi violenti al controllo della Guardia di Finanza

L’attività di controllo svolto dal Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Firenze durante i tre giorni del Gran Premio d’Italia di Motociclismo, presso l’ingresso ed all’interno del circuito nonché all’uscita del casello autostradale di Barberino del Mugello, ha portato alla denuncia all’Autorità Giudiziaria di 6 persone per la detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. 140 le persone segnalate alle competenti Prefetture per consumo di sostanze stupefacenti.

Complessivamente sono state sequestrate 700 grammi di sostanze psicotrope (di cui 30 grammi di cocaina, 72 spinelli di hashish/marijuana e 3 pasticche di ecstasy) e ritirata una patente di guida.

Un trentenne senese, originario di Siena e residente in un comune alle porte del capoluogo, è stato denunciato per resistenza a pubblico ufficiale e lesioni poiché, sotto l’effetto di sostanze stupefacenti, cercava, con l’uso della forza, di sfuggire ai controlli delle Fiamme Gialle.

I cani antidroga del Gruppo di Firenze, coadiuvati dalle unità cinofile giunte da Livorno, Massa Carrara, Piombino e Pisa, sono stati fondamentali per individuare le sostanze stupefacenti nascoste sulle persone o occultate all’interno delle automobili e camper/caravan che accedevano all’autodromo. Le modalità di occultamento sono risultate come sempre diverse e fantasiose: oltre che negli indumenti intimi, nelle scarpe o negli zaini, le sostanze sequestrate sono state nascoste, negli scarichi dei bagni e nelle lampade plafoniere dei camper nonché all’interno di barattoli di caffè o cioccolata.

Errebian
Estra
Electronic Flare
All Clean Sanex
Terre Cablate
Centro Farc
Siena Bureau
Europa Due