E’ un senese la voce ufficiale delle operazioni di salvataggio all’Hotel Rigopiano

Luca Cari, responsabile delle comunicazioni di emergenza dei vigili del fuoco, è cresciuto a Siena

Lo vediamo continuamente nei notiziari che ci riferiscono delle operazioni di salvataggio dei dispersi sotto la slavina che ha sommerso l’Hotel Rigopiano. Luca Cari, 52 anni, è il responsabile delle comunicazioni di emergenza del corpo dei vigili del fuoco. E’ nato a Narni ma ha vissuto tutta la sua infanzia a Siena, in via del Paradiso, tanto che lui si considera contradaiolo del Drago.

Laureato in giurisprudenza, ha lasciato Siena per lavorare al Ministero dell’Interno, curando le relazioni per i vigili del fuoco ed ha seguito in prima persona le più tragiche vicende della recente storia italiana: l’incidente alla metropolitana di Roma (2006), l’esplosione nell’oleificio di Campello sul Clitunno (2006), l’emergenza Tevere a Roma (2008), il terremoto in Abruzzo (2009), l’incidente ferroviario di Viareggio (2009), la frana di Giampilieri e Scaletta Zanclea (2009), il terremoto ad Haiti (2010), l’alluvione nelle Cinque Terre e Genova (2011), l’alluvione a Saponara (2011), il naufragio della nave da crociera Costa Concordia (2012), il terremoto in Emilia (2012), il terremoto in Lunigiana (2013), l’incidente alla torre piloti nel porto di Genova (2013), il aufragio del barcone di migranti a Lampedusa (2013), l’incendio del traghetto Norman Atlantic (2014), il terremoto in Nepal (2015) e in Ecuador (2016), l’operazione ad Augusta per il recupero dei corpi dei migranti naufragati il 18 aprile 2015 nel canale di Sicilia (2016), l’incidente ferroviario a Corato (2016), il terremoto nell’Italia centrale (2016).

Giornalista professionista, in queste ore Luca Cari è a Farindola, a seguire in prima persona la tragedia dell’Hotel Rigopiano.

E’ lui che aggiorna in maniera puntuale e continua dello stato di avanzamento dei soccorsi.

Errebian
Estra
Electronic Flare
All Clean Sanex
Centro Farc
Terre Cablate
Europa Due
Siena Bureau