Vaccini anti-Covid, Giani: “Necessaria una filiera produttiva in Toscana”

"Sono convinto che di vaccini ne avremo bisogno per almeno tre anni - spiega Giani - Dobbiamo comprarli tutti all'estero?"

Portare la filiera produttiva dei vaccini anti-Covid anche in Toscana: è questo l’obiettivo del presidente della Regione Toscana Eugenio Giani, presente oggi a Monteroni d’Arbia per la campagna Asl “Territori Sicuri“, durante la quale sono stati sottoposti a screening molti cittadini del comune. “Siamo arrivati in ritardo – spiega Giani – i vaccini oggi presenti sul mercato sono quelli americani, quello russo anche se non autorizzato in Italia. Io sono convinto che di vaccini noi ne avremo bisogno almeno per tre anni“.

Una richiesta enorme, che arriverebbe a superare i 300 milioni di vaccini a livello nazionale considerando la necessità di due richiami. “Più vaccini mettiamo sul mercato più riusciamo a coprire l’esigenza che i cittadini avranno di rivaccinarsi nei prossimi anni – prosegue il presidente della Toscana – Dobbiamo comprarli tutti all’estero? Vale la pena che nella Toscana della farmaceutica, che vanta imprese d’eccellenza, possa arrivare una conversione così che possano essere prodotti vaccini, magari acquistando la licenza, o sviluppare componentistiche che possano portare una fase della produzione anche all’interno di nuove imprese toscane”.