Via le impalcature dal Palazzo delle Papesse: quasi quattro anni di lavori. E ora?

Dopo quattro anni dalla caduta di alcuni pezzi della facciata, conclusi i lavori al Palazzo delle Papesse

Era il dicembre 2013 quando in via di Città arrivarono le prime transenne. Il Palazzo delle Papesse era ormai disabitato da cinque anni, da quando cioè, nel 2008, ed era stato deciso di chiudere il museo di arte contemporanea e restituire i locali alla Banca d’Italia che ne è proprietaria.

Il distacco di porzioni di pietra serena dalla facciata rese necessario l’intervento dei Vigili del Fuoco che segnalarono altre parti a serio rischio di distacco. Il Comune transennò l’area e scrisse alla proprietà, la Banca d’Italia, intimando di mettere in sicurezza la facciata.

Nel gennaio 2014 furono montati i ponteggi per effettuare i lavori poi, proroga dopo proroga, sono rimasti a sciupare la visuale di via di Città fino al oggi, quando sono iniziati i lavori di smontaggio.

In questi anni la Banca d’Italia ha pagato al Comune circa 30mila euro di suolo pubblico.

Adesso la domanda è: cosa potrà contenere il Palazzo delle Papesse e come potrà essere utilizzato? Il rischio è di vederlo trasformato nell’ennesimo contenitori abbandonato.

 

Estra
Electronic Flare
Terre Cablate
Centro Farc
Siena Bureau
Europa Due