Visitare il Santa Maria della Scala da casa propria: da oggi si può con l’avatar robotico

Il museo senese è il primo dotato di BrainControl Avatar, per muoversi virtualmente in libertà all'interno degli spazi museali

Da oggi è attiva una nuova possibilità per visitare il Santa Maria della Scala dalla propria abitazione.
L’ avatar robotico che il Comune di Siena aveva presentato a Gennaio e che permette a chi ha difficoltà motorie, incluse le persone in stato di Locked-In (LIS),  di visitare ‘in remoto’ il complesso museale, da oggi sarà aperto a tutti, lasciando però una corsia preferenziale alle persone con disabilità.

Il Santa Maria è il primo museo dotato di ‘BrainControl Avatar’, servizio unico al mondo messo a punto dall’azienda senese Liquidweb s.r.l., BrainControl Avatar, grazie alla collaborazione tra il Comune di Siena e Ubi Banca.

Collegandosi con il sistema sarà possibile pilotare a distanza l’avatar robotico per muoversi all’interno degli spazi museali in modo del tutto autonomo, osservare gli oggetti in maniera ravvicinata, ed interagire con la guida che accompagnerà l’utente nella visita al museo. Si tratta di un servizio avanzato di accessibilità che pone il Santa Maria della Scala all’avanguardia nel campo dell’innovazione tecnologica e dell’inclusione sociale.

Le visite da remoto si terranno ogni martedì dalle ore 15,00 alle ore 18,00. E’ necessario prenotare la visita tramite l’indirizzo: www.santamariadellascala.com

Errebian
Estra
All Clean Sanex
Electronic Flare
Terre Cablate
Centro Farc
Europa Due