Vismederi Costone tenta il colpaccio a Pisa nel primo turno di playoff

Oggi alle 18 la sfida degli uomini, ultimo atto della fase a orologio per la squadra Femminile del Costone che alle ore 18 al PalaOrlandi ospiterà la Named Number8 di San Giovanni Valdarno.

Scatta l’ora dei play-off in casa Costone con la Vismederi a Pisa per affrontare gara-1 nel primo turno di post season. Un traguardo questo conquistato dalla squadra di Francesco Braccagni grazie a una rimonta pazzesca nella Poule A, con quelle 5 vittorie consecutive nelle 6 gare previste dalla seconda fase. L’unica sconfitta giunse proprio sul campo del Cus Pisa (74-71) in un finale dove i gialloverdi sprecarono davvero una ghiotta possibilità per espugnare il campo degli universitari, mentre al ritorno maturò un brillante successo con Bruttini e compagni che seppero imporsi per 81-69, ma orami questa è storia passata.

Una cosa però è certa: la Vismederi se la giocherà fino in fondo, anche se l’assenza di Vittorio Tognazzi peserà enormemente sugli equilibri del gioco. La guardia senese è ancora alle prese con un problema alla pianta di un piede che lo costringe oramai da due settimane a un lavoro differenziato fatto solo con gli attrezzi per tenere tonificata la muscolatura; sarebbe un vero e proprio miracolo se lo staff medico della Società potesse rimetterlo in campo per gara-2 prevista al PalaOrlandi mercoledì 9 alle ore 21. Un guaio questo non indifferente a cui coach Braccagni dovrà comunque fare fronte, cercando di ottimizzare la lunga panchina a sua disposizione. La squadra si è allenata intensamente per tutta la settimana, compreso il 2 giugno, giorno di festa, per poi essere invitata a pranzo dal Presidente Montomoli all’ombra della Torre del Mangia, dal costoniano Roberto Papei.

“Nessun festeggiamento, come sarcasticamente qualcuno ha voluto intendere – afferma Montomoli – bensì un modo per dire grazie ai miei ragazzi per quello che sono riusciti a fare. Sappiamo che Quarrata e Pisa sono formazioni di grande livello, ma noi cercheremo di fare ugualmente la nostra parte. Veniamo da una stagione dove siamo stati bombardati prima dal covid, poi dagli infortuni, nonostante ciò questo gruppo, che definirei fantastico e che sa stare assieme con grande spirito di aggregazione, è riuscito a riemergere, anche dopo sconfitte cocenti, come quella nel derby con la Mens Sana. Ma adesso siamo noi a goderci i play-off e vada come vada, il nostro obiettivo minimo è stato ampiamente raggiunto. Ora sono gli altri che devono preoccuparsi, noi non abbiamo nulla da perdere” Palla a due dunque alle ore 18, con la coppia arbitrale formata da Panelli della sezione di Pistoia e Pierallini della sezione di Arezzo.

Costone femminile – Ultimo atto della fase a orologio per la squadra Femminile del Costone che alle ore 18 al PalaOrlandi ospiterà la Named Number8 di San Giovanni Valdarno. Un confronto questo che verrà replicato anche negli spareggi che partiranno la prossima settimana e che vedranno di fronte le prime della classe: il Costone con 22 punti, ancora imbattuto, e la Named con 14, che nello scorso turno ha riposato con in tasca comunque il lasciapassare per questa terza fase, grazie al successo interno riportato prima della sosta con Le Mura Lucca. Una vittoria questa molto importante per le valdarnesi che hanno vanificato così il tentativo di aggancio da parte della Pallacanestro Prato, uscita vincente di due punti dal campo della Pielle Livorno. Giochi fatti dunque e partita di quest’oggi che sotto certi aspetti può essere considerata come un prologo alle sfide finali per quanto riguarda la fase toscana. Dopodichè, ecco le due finalissime: andata sul campo della Named, ritorno a Siena che dovranno decretare chi sfiderà la vincente del Piemonte. Niente gara-3 dunque in casa della migliore classificata; una formula questa che fa molto discutere, in quanto non tiene assolutamente conto del percorso fin qui fatto da una squadra che ha dimostrato di essere nettamente superiore a tutte le altre; come detto, non è infatti prevista la bella di spareggio, passerà il turno chi avrà la migliore differenza canestri. Una cosa abbastanza ridicola che nella logica del Basket moderno proprio non esiste. “Non ci possiamo fare niente – commenta la Presidente Emanuela Martelli – a livello federale è stato deciso così e ci dobbiamo adeguare, punto e basta. Sappiamo di rischiare molto dopo un’annata che ci ha viste protagoniste assolute, ma cercheremo con tutte le forze di proseguire il nostro trend vincente” Arbitreranno la gara Barone e Mariotti della sezione di Pisa.