Whirlpool, domani nuovo incontro: “Non chiudiamo a Napoli. Cerchiamo una soluzione

“Impegnati a trovare una soluzione che garantisca la continuità industriale e i massimi livelli occupazionali del sito”

Domani si terrà un nuovo incontro Whirlpool-sindacati per risolvere la difficile situazione che vede lo stabilimento di Napoli a rischio vendita, con conseguenze a cascata per gli altri siti italiani. Dopo la dura presa di posizione del ministro Luigi Di Maio che ha minacciato la revoca degli incentivi concessi e di bloccare il pagamento su quelli richiesti, l’azienda si è detta disponibile a un accordo facendo marcia indietro rispetto ai propositi di vendita dello stabilimento.

“In linea con il Piano Industriale firmato lo scorso ottobre, l’Azienda non intende procedere alla chiusura del sito di Napoli, ma è impegnata a trovare una soluzione che garantisca la continuità industriale e i massimi livelli occupazionali del sito. Whirlpool EMEA riconferma la centralità dell’Italia e la volontà di continuare a lavorare con tutte le parti coinvolte per trovare una soluzione condivisa. Nel corso dell’incontro al Ministero previsto per domani, 12 giugno, ci auspichiamo di poter iniziare il percorso con le istituzioni presenti e le organizzazioni sindacali volto a risolvere la vertenza”.

Estra
Electronic Flare
Centro Farc
Terre Cablate
Europa Due
Siena Bureau