25° anniversario delle Città dell’Olio: a Siena una tre giorni dedicata all’oro verde

Dal 29 novembre al 1 dicembre al Complesso di Santa Maria della Scala focus sulle tematiche più strategiche per il settore ed una serie di iniziative collaterali per la città

Tre giorni di lavori, per discutere del futuro per la cultura dell’olio; proposte e strategie per inquadrare il settore a 360 gradi dalla cultura, al marketing, alla commercializzazione, al turismo, alla ricerca della qualità. Tutti concetti che, uniti, andranno a comporre la base per l’Agenda 2030 delle Città dell’Olio, il documento unico a supporto degli amministratori pubblici di cui si discuterà a Siena, dal 29 novembre al 1 dicembre prossimi nel corso dell’evento celebrativo del 25° anniversario dalla nascita di ANCO. OLIO 2030: cultura, identità, territorio, qualità e sviluppo sostenibile è il titolo della tre giorni di lavori suddivisa in varie sessioni tematiche, dal Paesaggio Rurale Olivicolo al Turismo dell’Olio e del Cibo, da Identità e Territorio alla Cultura dell’Olio e Stile di Vita, dalla Produzione, Marketing ed Economia alla Formazione ed Educazione.

Per l’attività da sempre sviluppata dall’Associazione nei suoi venticinque anni di attività e per le tematiche sviluppate nel programma delle celebrazioni, l’evento ha trovato ampia collaborazione con il mondo del credito cooperativo, dal Gruppo Iccrea Banca Spa a ChiantiBanca, oltre alla partnership della Federazione delle Strade dell’Olio e del Vino toscane, Q Certificazioni e Seac Spa.

“Sei panel – spiega il Direttore dell’Associazione Nazionale Città dell’Olio Antonio Balenzano – a cui parteciperanno i massimi esperti in materia; a loro ed ai gruppi che andranno a comporre i predetti panel sarà demandato di costruire un progetto strategico per gestire il settore olivicolo sotto i vari aspetti nel prossimo futuro e, altresì, ribadire l’importanza del recupero del territorio laddove si presenti in stato di abbandono ed incuria, essendo la buona gestione degli ettari coltivati la migliore sentinella nei confronti degli eventi di dissesto idrogeologico. L’Associazione Nazionale Città dell’Olio – continua – in occasione di questa prestigiosa ricorrenza, si conferma più che mai interlocutore assertivo per tutti i soggetti della filiera olivicola raccogliendo le istanze dei territori, ma altresì si pone come intermediario tra produttori e la platea dei consumatori, che hanno diritto ad essere informati su ciò che portano in tavola. ANCO infatti, nella sua venticinquennale esperienza, ha proiettato il settore anche in una nuova prospettiva comunicativa e promozionale, portando in giro per l’Italia i valori condivisi che stanno alla base dello spirito associativo”.

Intanto, Siena si prepara ad accogliere le celebrazioni del 25° anniversario dell’Associazione Nazionale Città dell’Olio con un programma collaterale ai workshop, stilato in collaborazione con Confcommercio e Confesercenti di Siena, che coinvolgerà attraverso allestimenti a tema nelle vetrine dei negozi del centro e menù speciali nei ristoranti, ispirati all’olio EVO, tutta la città nella settimana precedente l’evento e fino al 1 dicembre.

“La nostra Associazione – commenta il Presidente di Confesercenti Siena Leonardo Nannizzi – ha accolto favorevolmente il coinvolgimento per la valorizzazione di questa ricorrenza, esteso agli esercizi commerciali cittadini, considerando il valore storico e contemporaneo dell’olivicoltura, e la caratterizzazione del paesaggio che da essa consegue, in particolare nel nostro territorio. L’olio – continua – rappresenta stabilmente un elemento insostituibile per la qualità della nostra offerta gastronomica: la scelta di Siena per le celebrazioni del 25ennale dalla fondazione dell’associazione nazionale Città dell’Olio è un positivo segnale che abbiamo accolto con entusiasmo, e che speriamo di contribuire a rilanciare anche in prospettiva futura”. Nella fattispecie, dei 20 ristoranti e 20 negozi coinvolti, 14 ristoranti e 12 negozi sono aderenti a Confesercenti, mentre gli altri 6 ristoranti e 8 negozi sono aderenti a Confcommercio.

“Il 25° anniversario dalla nascita dell’Associazione delle Città dell’Olio – sottolinea Daniele Pracchia Direttore Generale di Confcommercio Siena – è una ricorrenza importante per la nostra città, anche perché sede ufficiale dell’Associazione; nei negozi e nei ristoranti di Siena sarà possibile trovare una testimonianza di questa alleanza tra le risorse del territorio , attraverso vetrine a tema e menù dedicati. Ci fa inoltre piacere – aggiunge – che l’Associazione abbia accolto l’invito  di prolungare le celebrazioni di tale ricorrenza, con un ruolo attivo anche  nel Mercato nel Campo del 7 e 8 dicembre”

Tanto per gli allestimenti nelle vetrine dei negozi, quanto per i desk con materiali informativi collocati all’interno dei ristoranti, a fornire le bottiglie di olio EVO sarà il Consorzio per la tutela dell’olio extravergine di oliva Toscano IGP: “Siamo onorati – commenta il Presidente Fabrizio Filippi – di partecipare alla celebrazione di questo importante anniversario per l’ Associazione, che ha lavorato in una direzione giusta ovvero facendo leva sulla cultura e la conoscenza del prodotto da parte del consumatore. Perché oltre alle norme – aggiunge – che sono importantissime, è fondamentale fare formazione e informazione, per far distinguere i prodotti ed il valore: la forza grande per il consumatore è infatti proprio la conoscenza del prodotto e di ciò che si lega ad esso”.

Lusini Gas
Estra
Electronic Flare
Cotas Radio Taxi
Siena Motori
Europa Due
Terre Cablate
Siena Bureau
Centro Farc
Chianti Banca