A Siena ex convento per la prima volta aperto al pubblico: è teatro con QuaViO

“La Sveglia” in scena il 15/09 per raccontare le vicende della città attraverso le mura di un luogo misterioso e affascinante: “Il Monasterino della conoscenza"

“Il teatro racconta il Monasterino” questo è il titolo dello spettacolo, a cura di “La Sveglia”, che andrà in scena il prossimo 15 settembre (ore 18 con replica ore 19) presso “Il Monasterino della conoscenza”.

Un autentico viaggio nelle storia della città del Palio raccontato attraverso le mura di un ex convento, normalmente chiuso al pubblico, che straordinariamente apre le sue porte.

Il tutto nasce da una collaborazione tra QuaViO (qualità della vita in oncologia), organizzazione di volontariato che a Siena e provincia si occupa di cure palliative, e il circolo culturale “La Sveglia”. Lo spettacolo vedrà protagonisti, in ordine di apparizione, Federica Olla (“la narratrice”), Glenda Sbardellati (la badessa Margherita di Domenico), Massimiliano Milanesi (Telfo di Griccio), Mario Ghisalberti (Stefano Bernardo della famiglia Etrusca dei Tolomei) e Silvia Olmastroni (regia e coordinamento). Costumi di Mario e Rosanna Bonelli. Predisposizione scenica a cura di Chiara Iacomelli.

Per prenotarsi per lo spettacolo, ad ingresso libero ma con posti limitati, è necessario chiamare il numero 0577219049 o scrivere a quavio@quavio.it

Giornalista pubblicista da oltre 15 anni, si occupa di comunicazione nel pubblico impiego. Ha lavorato in Italia e all'estero. Si dice onorato di risiedere a Siena, città che vede crescere i suoi figli. Parla e scrive di sport ed attualità: nel suo passato radio e carta stampata. Nel presente il web.