Aggredito perchè gay, il racconto di Francesco a Siena Tv

Il 22enne di Sinalunga racconta la sua esperienza: "Il mio pensiero va a chi non ha le armi per difendersi"

Intervistato da Siena Tv, Francesco Esposito, 22enne di Sinalunga, ha raccontato l’aggressione omofoba che ha subito a Cortona (LEGGI QUI).

“A fine serata ero con delle ragazze, mi si avvicina più volte un ragazzo per parlarmi, quando stavo andando via torna e mi chiede una sigaretta – spiega – Gli ho detto “amò non ce l’ho”, e lui “Non mi chiamare amò, non sono frocio”, “io si, usavo solo un intercalare” rispondo; a quel punto ha iniziato ad insultarmi e voleva picchiarmi, ho provato a chiarire ma lui voleva delle scuse da parte mia, che non mi sono sentito di dare. Io so come cavarmela, ci fosse stato un ragazzino di 15-16 anni non so come l’avrebbe presa invece. Non tutti hanno avuto la fortuna che ho avuto io di nascere in una una famiglia meravigliosa o di essere capito. Sono arrabbiato per chi non ha le armi per difendersi, nutro fiducia nelle generazioni giovani, quindi mi ha fatto più male. L’ho voluta raccontare questa vicenda, non poteva passare inosservata. Tanti credono che la diversità sia un’ostacolo, invece di un’arricchimento. Cosa dico a chi è vittima di tali atti di bullismo? Di circondarsi d’amore”.