Giovane del senese vittima per strada di un’aggressione omofoba

Il fatto è accaduto a un 22enne di Sinalunga a Cortona: avvicinato da due ragazzi, è stato pesantemente insultato per strada

Francesco, un 22enne di Sinalunga, stava passeggiando per il centro di Cortona (Arezzo) quando avvicinato da due ragazzi che gli chiedevano una sigaretta, è stato insultato in mezzo alla strada con epiteti omofobi, per aver risposto “no amò, non fumo” e dichiarando il suo orientamento sessuale. Il fatto è stato raccontato dallo stesso 22enne su Instagram, che ha sottolineato che se questa aggressione fosse stata subita da una persona più fragile, avrebbe potuto avere ben altre conseguenze a livello personale per la vittima.

“Questa è una delle tante microaggressioni che ogni persona LGBTI+ subisce quasi quotidianamente – è la nota di Chimera Arcobaleno Arcigay Arezzo – creando così quella condizione di minority stress, e che dimostra quanto ci sia la necessità di una legge a tutela dell’omo-bi-transfobia che, oltre a punire, istituzionalizzi anche formazione ed educazione al rispetto delle differenze proprio per prevenire qualsiasi forma di violenza e discriminazione basate sull’identità personale.Con questa segnalazione vogliamo esprimere in primis solidarietà a Francesco e condannare un comportamento certamente dettato da ignoranza e da quella cultura machista che è ancora molto presente nella nostra società. Chiediamo inoltre nuovamente all’Amministrazione Comunale del Comune di Cortona di riprendere il percorso di adesione alla Rete RE.A.DY, la rete anitidiscriminazione delle amministrazioni pubbliche, per dare un segnale forte contro questo genere di episodi“.