Al via la terza edizione di “Lauretana in Cammino”

La camminata promozionale lungo il percorso dell’antico tragitto da Siena a Cortona è giunta alla terza edizione, dopo il successo riportato nel 2018 e 2019

Da oggi 7 ottobre, e fino a venerdì 9, torna la “Lauretana in Cammino”, la camminata promozionale lungo il percorso dell’antico tragitto da Siena a Cortona. Giunta alla terza edizione, dopo il successo riportato nel 2018 e 2019, quando l’appuntamento coincise con la Settimana Santa, “Quest’anno – come ha detto l’assessore al Turismo Alberto Tirelli  durante l’incontro con la stampa –  a causa dell’emergenza sanitaria da Covid-19, non solo è cambiato il periodo di svolgimento, ma si è individuata una formula diversa, sostituendo al pubblico un ristretto gruppo di esperti camminatori, che percorreranno l’itinerario”.

L’iniziativa, promossa dai Comuni di Siena, Asciano, Rapolano Terme, Sinalunga, Torrita di Siena, Montepulciano e Cortona, con l’organizzazione tecnica dell’Associazione Strada del vino Nobile di Montepulciano e dei sapori della Valdichiana Senese viene realizzata con il contributo economico della Regione Toscana e in collaborazione con Toscana Promozione Turistica.

“L’attenzione, per questa nuova edizione – ha evidenziato Tirelli – è focalizzata anche sulla parte ciclabile del percorso, che sarà promosso entro l’anno attraverso tutta una serie di prodotti editoriali, realizzati sempre con il contributo regionale, nonché sulla intermodalità treno e bici, facilitata dalla agevole sovrapposizione di questo tratto di cammino con la linea ferroviaria Siena-Chiusi”.

Entro la fine anno sarà invece attivo il sito internet dedicato e ben due guide, edite da Betti e Terre di Mezzo, che andranno a completare, dopo la App presentata in estate, il kit degli strumenti a disposizione di tutti coloro che intendono scoprire i tesori paesaggistici, storici e artistici dell’antica Via Lauretana. “Un cammino, tra Siena e Cortona, che collega simbolicamente – ha evidenziato l’assessore – i due Santi patroni d’Italia: Santa Caterina e San Francesco, e che ha tutte le caratteristiche per rafforzare il turismo religioso nei nostri territori”.

“Questo progetto – ha dichiarato Francesco Tapinassi Dirigente del Settore Turismo, Commercio e Servizi della Regione Toscana – è perfettamente in coerenza con l’attenzione che noi abbiamo nei confronti della sostenibilità e dei percorsi slow. Il nostro sostegno in tema di cammini è una sorta di unicum a livello nazionale. Siamo, infatti, tra i primi in Italia ad aver messo a punto un percorso di promozione non solo cartacea ma anche digitale. A rafforzamento di questa decisione, anche il Ministro Dario Franceschini che ha rinnovato il suo interesse sui cammini. Stiamo progettando, poi, un osservatorio sul turismo slow che ci permetterà di avere maggiori strumenti e informazioni da condividere con le amministrazioni. Siamo quindi in cammino anche noi, da una parte con regole precise e dall’altra con azioni concrete”.

Grazia Torelli, responsabile turismo del Comune di Montepulciano, ha puntato “sull’operatività innescata dai tre ambiti territoriali dove rivestono prioritaria importanza l’impegno e la volontà delle amministrazioni coinvolte. Un indotto che ci permette di crescere, promuovere e commercializzare la nostra ricchezza, con un tipo di prodotto slow dal grande potenziale che per molto tempo è stato meno approfondito forse per troppi elementi in nostro possesso. Nell’ottica quindi di avviare un circuito di promo commercializzazione stiamo lavorando con le guide per creare una vera e propria offerta turistica. In particolare con Valdichiana Living, agenzia che si è mossa e si sta muovendo in questo senso come ha informato Martina Pinzarelli per la Strada del Vino Nobile di Montepulciano e dei Sapori della Valdichiana Senese e dell’agenzia Valdichiana Living”. “siamo parte attiva di questo progetto turistico come promotori. Con la nostra esperienza e la fiducia dataci dai nostri Comuni abbiamo lanciato un promo educational riservato a 10 giornalisti del settore turismo outdoor con l’obiettivo di accendere i riflettori su questa iniziativa. Considerando le testate nazionali e di rilievo che hanno aderito ci auguriamo che questo possa contribuire allo sviluppo turistico del nostro territorio”.

L’appuntamento è alle ore 12 con la visita al Museo Civico, in particolare all’affresco del Buongoverno dove si riconosce la campagna attraversata dalla Via Lauretana, insieme a Gianluca Bambi del Dipartimento di Scienze e Tecnologie agrarie, alimentari, ambientali e forestali dell’Università di Firenze che accompagnerà i giornalisti in un tratto di questo viaggio lento. Bambi ha voluto ricordare che “la promozione del cammino si unisce anche ad un più ampio lavoro di marketing e comunicazione con la società Pangea che ha portato alla realizzazione di gadget insieme all’app nata in collaborazione con il dipartimento dell’Università di Firenze. Da oggi inizieremo il racconto con dirette social che si concluderanno domenica”.

I partecipanti, infatti, dopo essersi spostati nelle Crete Senesi e in Valdichiana, giungeranno a Cortona, dove si incontrano i cammini di San Francesco, attraverso i quali è possibile raggiungere Assisi e Loreto nelle Marche. Ed è proprio a Cortona che si terrà un incontro ufficiale conclusivo con l’obiettivo di dare l’avvio ad una stretta collaborazione dal punto di vista della valorizzazione del percorso.

“Questa via – ha proseguito Bambi – ha una marcia in più che è possibile comprendere solo  percorrendola. E’ completamente segnata e con l’ausilio dell’app, il camminatore può essere accompagnato nel percorso anche con la narrazione e la storia del cammino stesso. Ci sono punti dove poter mangiare e dove poter dormire”. Concludendo che oltre “ad aver realizzato il logo ufficiale della Lauretana, siamo pronti in primavera a lanciare due guide” sottolineando che “anche sul sito ufficiale della Regione Toscana: Visit Tuscany c’è una sezione dedicata”.