All’Accademia dei Fisiocritici la mostra dell’artista inglese Jono Nussbaum

La mostra si intitola Endangered Pieces, ed espone arredi e disegni ispirati a forme naturali fino al 14 Ottobre

Arredi in legno e disegni a penna ispirati al mondo naturale, soprattutto animale, sono esposti fino al 14 ottobre nella mostra “Endangered pieces”, pezzi in estinzione, dell’artista londinese Jono Nussbaum allestita nel Museo di Storia Naturale dell’Accademia dei Fisiocritici in un dialogo naturale con i fossili, i minerali e lo scheletro della Balenottera. Visitabile a ingresso libero lunedì e venerdì dalle 9 alle 19, martedì, mercoledì e giovedì dalle 9 alle 15 e sabato dalle 14 alle 19.

Un’antilope, un toro, una pantera, un cane, un cavallo alato e altri animali che si fanno tavolo, sedie, poltrona, disegni a penna di elementi naturali che mostrano una mano felice e un occhio attento.

«La natura – afferma l’artista – è un vasto puzzle interconnesso e “Endangered pieces” è un
tentativo di catturare e celebrare i pezzi del puzzle della nostra realtà, fissarli nel tempo, codificare la loro essenza in quanto portatori di intrinseca bellezza. Il legno diventa linguaggio nelle mie sculture-arredi che catturano lo spirito e l’energia della loro rispettiva musa animale».

Jono Nussbaum

Artista e designer, Jono Nussbaum fonde le due discipline per esprimere compiutamente la sua passione per il mondo naturale: dopo gli studi in Art Design alla Chelses School of Art e alla Kingston University, dal 2003 sceglie di vivere in Toscana: la zona del Monte Amiata, con il suo affascinante ecosistema e la sua ricchezza animale, sono gli elementi costitutivi della sua visione creativa, il ponte tra arte e scienza, natura e mestiere.