Allerta lupi, il Prefetto Gradone: “Serve l’intervento del governo nazionale ed europeo”

Dai dati della Regione emerge che un terzo della popolazione nazionale dei lupi è presente tra Siena, Grosseto e Arezzo

E’ allarme per i continui attacchi dei lupi a bestiami ed allevamenti nella Provincia di Siena. Oggi in Prefettura si è tenuto il tavolo sull’emergenza con il prefetto Armando Gradone, le associazioni di categoria, l’assessore regionale all’agricoltura Marco Remaschi e le forze dell’ordine. E proprio ieri si è consumato l’ultimo assalto, vittima l’azienda agricola la Magione a Quercegrossa, già vittima di una strage di bestiame alcuni anni fa.

“Questa sofferenza degli allevatori per la predazione da lupi è molto sentita – ha detto il Prefetto – la Regione è sensibile, fa e farà la sua parte ma è chiaro che vanno coinvolti anche il governo nazionale ed europeo. Dalle indagini e dagli studi fatti realizzare dalla Regione emerge che un terzo popolazione nazionale dei lupi, circa 600 animali su 2000, è presente in Toscana, tra Arezzo, Grosseto e Siena. Il senso di abbandono degli allevatori? Qui sul territorio la sofferenza la percepiamo tutti e ce ne facciamo carico”.

Lusini Gas
Estra
Electronic Flare
Cotas Radio Taxi
Europa Due
Siena Motori
Siena Bureau
Terre Cablate
Chianti Banca
Centro Farc