Associazioni di volontariato in crisi senza la Fondazione Mps

Senza i soldi della Fondazione e non nascono più associazioni di volontariato

A Siena anche le associazioni di volontariato sono in crisi. E’ quanto emerge dalla ricerca Cesvot dal titolo “Oltre la crisi. Identità e bisogni del volontariato in Toscana”.

Complessivamente sono 352 le associazioni di volontariato della provincia di Siena e quasi tutti si sono costituite prima del 1994, dimostrazione che la crisi rende più difficile impegnarsi nel sociale.

Le associazioni senesi hanno dovuto fare i conti, oltre che con la crisi economica nazionale, con l’azzeramento dei contributi che in passato venivano stanziati dalla Fondazione Monte dei Paschi e che rendeva possibile l’attività.

L’autofinanziamento è la modalità più rilevante (57,2% di tutte le associazioni). Il 43,4% delle associazioni ha convenzioni con enti pubblici: in particolar modo le grandi, e tra le associazioni sanitarie e ambientali. Delle nate prima del 1994 ha convenzioni attive il 52,6%, al contrario delle nate dal 2005 in poi, che ne sono prive con percentuali che superano il 73%. Il 63,5% delle associazioni usufruisce di una sede in comodato d’uso.

Con la crisi muta e si accresce l’area dei bisogni. Per migliorare la vita associativa, si chiede di favorire l’accoglienza e il tutoraggio verso i nuovi volontari (24,2%; il 31,1% delle associazioni sociali), da accompagnare a momenti di incontro/confronto con i volontari (21,7%; soprattutto nel socio-sanitario, e si sottolinea inoltre il bisogno di offrire loro riconoscimenti concreti (17,1%).

Errebian
Electronic Flare
Estra
All Clean Sanex
Terre Cablate
Centro Farc
Europa Due