Basket, stop a livello mondiale. L’italia pensa all’ipotesi playoff dopo l’emergenza

Dopo il basket italiano, già fermo da una settimana, il cui stop si protrarrà almeno fino al 3 Aprile, da oggi è ufficialmente fermo tutto il basket a livello globale

Dopo i primi casi di Coronavirus su alcuni giocatori, la NBA ha deciso di sospendere il campionato per la prima volta nella sua storia, fino a data da destinarsi. Una presa di posizione decisa e tempestiva, arrivata addirittura in poche ore, che ha indotto la FIBA e l’Eurolega a sospendere l’attività.

Nessuna palla a spicchi sul parquet quindi, almeno per un po’, non solo in Italia, ma in tutto il mondo.
Per quanto riguarda il nostro Paese, la Federazione Italiana Pallacanestro è già a lavoro per valutare le varie opzioni riguardo la ripresa dei campionati, quando il ciclone Coronavirus sarà terminato. Il Consiglio Federale Straordinario ha ribadito ovviamente lo stop a tutti i campionati nazionali e regionali, con l’obiettivo di monitorare l’evolversi della situazione per un ritorno in campo nel rispetto delle direttive del Governo e del CONI. Diverse sono le ipotesi al vaglio per concludere i campionati, visto che, nel caso la situazione attuale durasse più del previsto, non ci sarà il tempo necessario per recuperare tutte le partite. Una delle ipotesi è che il campionato termini con l’ultima giornata giocata per intero, e si vada direttamente ai Playoff, i quali potrebbero addirittura accorciati ad una Final Four qualora le tempistiche si riducessero ulteriormente. Una decisione difficile, che potrebbe scontentare molte squadre, ma per una situazione mai registrata prima serviranno certamente misure straordinarie.

Andrea Radi

Electronic Flare
Estra
Centro Farc
Terre Cablate
Siena Bureau
Europa Due