Caso Rossi: alle Iene la lettera anonima inviata ad Antonella Tognazzi, firmata da “un vigliacco”

Un ignoto avrebbe scritto alla vedova del capo comunicazione Mps confermando di aver sentito due spari, e di controllare il muro di fronte all’ufficio del manager

Nuovo colpo di scena nel caso Rossi: nel servizio andato in onda stasera da le Iene, l’inviato Antonino Monteleone racconta di una lettera arrivata oggi alla vedova di Rossi, Antonella Tognazzi, in cui un ignoto che si firma “un vigliacco” confermerebbe la storia raccontata dal misterioso Antonio Muto all’avvocato Goracci, ovvero dell’aggressione subita vicino al vicolo Monte Pio nel giorno della morte di Rossi per mano di personaggi che avrebbero sparato dei colpi con pistole dotate di silenziatori.

La lettera, datata 21 novembre e consegnata a morte avvenuta solo da persona fidata, è firmata da una persona che si dice in procinto di morire e che per rimorso ha deciso di parlare e dire la sua verità, conosciuta a suo dire anche da altri, solo ora per paura dei poteri forti. Si confermano gli spari testimoniati da Muro, esattamente due, dall’interno dell’ufficio di Rossi verso esterno, consigliando inoltre di guardare la parete di fronte alla finestra dell’ufficio in  vicolo monte pio. Monteleone e la Tognazzi, ipotizzando anche si tratti di un semplice mitomane, hanno scandagliato approssimativamente il muro in questione con un drone non trovando segni evidenti, ma hanno auspicato controlli più attenti e qualificati da parte degli inquirenti.

Intanto la lettera sarà portata domani in Procura.

Lusini Gas
Estra
Electronic Flare
Cotas Radio Taxi
Europa Due
Siena Motori
Terre Cablate
Siena Bureau
Golmar Igiene professionale
Centro Farc
Chianti Banca