Centro di Siena “green”: a settembre ecco due autobus a trazione elettrica

Destinati a linee che attraversano aree particolarmente urbanizzate e sensibili

Presto anche a Siena ci sarà l’elettrificazione del trasporto pubblico: da settembre entreranno in funzione due autobus a trazione elettrica da destinarsi a linee che attraversano aree particolarmente urbanizzate e sensibili. Nel consiglio di comunale si è parlto della trasformazione green del centro di Siena con un progetto di uso di mezzi elettrici o ibridi, grazie all’interrogazione di Vanni Griccioli, Massimo Mazzini e Pierluigi Piccini. Dopo aver ricordato il progetto contenuto nel nuovo Piano urbano della mobilità, Griccioli ha chiesto un aggiornamento sulle linee guida dell’intervento e l’anno zero in cui è prevista l’attivazione, anche in un’ottica di fattibilità e impatto economico su famiglie e attività del centro cittadino. Un aspetto da valutare considerando che, secondo il consigliere, la soluzione più opportuna e facile sarebbe permettere ai residenti la sosta nei parcheggi interrati prospicenti le mura e istituire un servizio di trasporto ibrido-elettrico che funga da navetta per raggiungere il cuore di Siena dai parcheggi esterni.

La risposta all’interrogazione è arrivata dal vice sindaco il quale ha tenuto a precisare che tutti i passaggi della redazione del Pums e successive decisioni in materia di circolazione saranno oggetto di discussione delle commissioni e del consiglio comunale.

Per l’inizio della trasformazione “green” del centro città, Corsi ritiene che sia ancora prematuro stabilire con esattezza quando avverrà, cosa diversa la questione della mobilità delle famiglie che vivono all’interno del centro storico: non saranno obbligate ex lege all’acquisto di nuove automobili, questo perché l’Amministrazione ritiene che il processo di cambiamento debba avvenire in modo graduale e naturale. La soluzione di aumentare ulteriormente il numero di permessi per i residenti in ZTL all’interno dei parcheggi, ad oggi, è impossibile, ma il vice sindaco è concorde nel portare avanti tale impostazione anche se occorre attendere il potenziamento, già previsto, del sistema scambiatorio. Un piano che sposa anche l’idea dell’elettrificazione del trasporto pubblico: il primo passo , a settembre, con due autobus a trazione elettrica da destinarsi a linee che attraversano aree particolarmente urbanizzate e sensibili.

 

Estra
Electronic Flare
Centro Farc
Terre Cablate
Siena Bureau
Europa Due