Il Comune di Chiusi sospende il dipendente accusato di sfruttamento della prostituzione

Bettollini: “Ho piena fiducia nella giustizia”

Una storia torbida di violenza e prostituzione è quella emersa a Chiusi, che ha portato a tre arresti fra cui un dipendente comunale e un pensionato che avrebbero commesso atti sessuali su una ragazza con problemi psicologici, mentre la terza persona arrestata e’ risultata essere gestore di attività’ di favoreggiamento della prostituzione di ragazze, alcune delle quali residenti fuori provincia. A riguardo è intervenuto anche il sindaco di Chiusi Juri Bettollini che ha annunciato un provvedimento di sospensione cautelativa dal lavoro per il dipendente comunale. La sospensione dal lavoro è stata adottata dall’Amministrazione Comunale dopo che la famiglia, attraverso il proprio legale, ha comunicato che l’assenza a lavoro era motivata dal fatto che il dipendente si trovava in carcere. “Siamo certi che la sospensione cautelativa dal lavoro – afferma il primo cittadino Bettolini – consentirà al corretto svolgimento delle indagini portando velocemente alla luce la verità. Ho piena fiducia nella giustizia, nel lavoro della magistratura e della Polizia”.  La sospensione cautelativa del dipendente coinvolto nell’inchiesta, durerà fino al termine degli arresti. Dopo di che il Comune, al compimento della misura restrittiva della libertà in capo al dipendente, valuterà i procedimenti necessari e conseguenti e, in caso di eventuale rinvio a giudizio valuterà la sussistenza delle condizioni di legge per potersi costituire parte civile nel processo contro gli eventuali imputati.

Electronic Flare
Estra
Terre Cablate
Centro Farc
Europa Due
Siena Bureau