Con Pay and Go ed App, il viaggio con Tiemme è sempre più digitale

Con il Covid-19 la mobilità pubblica è cambiata su più fronti: dalle analisi di Tiemme emergono nuove abitudini dei passeggeri a favore di modalità di acquisto del biglietto dematerializzato

La pandemia ha digitalizzato le abitudini di acquisto degli utenti di Tiemme, sempre più inclini a scegliere modalità innovative, smart e sicure. Infatti, nell’anno del Covid-19, Tiemme ha sì registrato un forte calo dei passeggeri a bordo dei propri autobus su tutto il territorio (in media meno 60% su tutto il bacino di competenza) ma anche consolidato il rapporto tra i passeggeri e gli  strumenti di pagamento dematerializzati, come lo store online sul sito tiemmespa.it o sulla App Tiemme Mobile 2.0 e, in particolare, con Pay and Go, l’innovativo progetto che consente l’acquisto a bordo dei bus urbani con carte bancarie contactless.

Pay and Go

A fronte di un costante calo dei ticket urbani acquistati con sms – tecnologia che ormai segna il passo dei tempi – il servizio Pay and Go, introdotto in diverse fasi sulla flotta urbana di Tiemme a partire dal 2018, ha registrato una forte crescita ed una fidelizzazione estremamente vivace e continua, nonostante le chiusure e la difficoltà ad accedere alle validatrici imposte dalle norme di sicurezza legate alla pandemia.

L’analisi dei dati raccolti nel 2020 consente di evidenziare il picco del +75% registrato a Siena come flussi di acquisto, con circa il 20% dei passeggeri che sceglie questo sistema come secondo metodo di acquisto preferito, dopo quello tradizionale cartaceo. Molto bene anche il trend registrato a Grosseto, con una crescita di poco inferiore al 70% e ad Arezzo, dove il servizio è arrivato solo a partire da dicembre 2019 ma si è rapidamente diffuso nell’utenza.

Ciò si deve non solo alla semplicità di fruizione del servizio e alla convenienza economica di utilizzo della carta bancaria contactless (nessuna maggiorazione di costo viene applicata alla transazione), ma anche alla sicurezza completa che il metodo offre. Un’iniziativa, inoltre, che è poi risultata fortemente in sintonia con le esigenze sanitarie emerse in modo sempre più sentito nell’ultimo periodo.

Acquisti online

Il 2020 si è caratterizzato inoltre per la sempre più diffusa scelta da parte degli utenti di acquisti online, tramite App o portale e-commerce, i quali hanno registrato un decremento molto più contenuto di quanto sia accaduto per tutte le altre tipologie di acquisto di titoli di viaggio. In particolare la App gratuita di Tiemme (Tiemme Mobile 2.0, che consente l’accesso a tutti i servizi in movimento e tramite smartphone o tablet) ha registrato nel corso del 2020 circa 25 mila download da parte dell’utenza.

Ristori

Oltre che dal forte calo dei passeggeri a bordo degli autobus, i dati analizzati devono tenere conto del forte impatto che nel 2020 hanno avuto i ristori degli abbonamenti non utilizzati a causa delle misure di contenimento Covid. In totale nel corso del 2020 sono stati erogati circa 18.500 ristori di cui 10.800 voucher e 7.700 proroghe della validità dell’abbonamento.

Canali social

In linea con il profilo sempre più smart dei propri clienti, nel corso del 2020 Tiemme ha rafforzato anche la sua attività di comunicazione social, strettamente collegata ai flussi di informazioni garantiti tramite il sito tiemmespa.it, specie nel garantire costanti aggiornamenti riguardo alle varie disposizioni man mano adottate per il contenimento della pandemia a beneficio dell’utenza più direttamente coinvolta come quella scolastica. Ai canali già attivi su Facebook e Instagram, si sono aggiunti anche You Tube e Linkedin per una comunicazione in grado di raggiungere i diversi target di utenza digitale.