Conte: “Multe da 400 a 3000 euro per chi non rispetta i decreti”

Le Regioni potranno adottare misure ancora più stringenti, dove necessario. Il premier smentisce che le restrizioni dureranno fino al 31 luglio

Si inaspriscono le pene per chi non osserva le disposizioni governative messe in atto per contenere il contagio da coronavirus. Lo ha annunciato poco fa in conferenza stampa il premier Giuseppe Conte. Il Consiglio dei ministri ha adottato in giornata un nuovo decreto legge che rivede e inasprisce le sanzioni per chi viola le prescrizioni governative, con maxi multe che vanno da 400 a 3000 euro.

“Abbiamo deliberato l’adozione di un decreto legge che riordina la disciplina dei provvedimenti in questa fase emergenziale – ha detto Conte – Non più contravvenzioni, abbiamo introdotto una multa che va da 400 a 3000 euro, con le Regioni che potranno adottare misure ancora più restrittive, ove necessario”.

Conte smentisce la notizia circolata per cui le restrizione sarebbero state prolungate fino al 31 luglio, data massima fissata a gennaio in cui permane lo stato di emergenza: “Ho assistito all’indebita diffusione di una bozza, già superata e riveduta in sede di Consiglio dei ministri. Vogliamo allentare al più presto la morsa delle misure, e superarle” ha assicurato.

Estra
Lusini Gas
Cotas Radio Taxi
Electronic Flare
Europa Due
Siena Motori
Terre Cablate
Siena Bureau
Chianti Banca
Centro Farc